Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Avbc: è 3-1 per l’ Ovada

È stata una sconfitta quasi inaspettata quella subita dall’ Alessandria Vbc contro l’ Ovada, sabato al Pala Coni.
Nonostante l’ importante preparazione al derby contro le ovadesi, le alessandrine non hanno saputo gestire con freddezza e giusto entusiasmo lo scontro, finito 3-1 per le ospiti.
Il primo set, coach Ius schiera in campo: Catasti alla regia, Cestaro e Fracchia al centro, Sacco d’ opposto, Mascaro e Pilotti di banda e Rossi libero.
Il match non inizia al meglio: un calo emotivo colpisce le padrone di casa che, sul 17-20 per le ospiti, non riescono a reagire al gioco avversario concludendo il set 20-25.
Nel secondo set, viene confermata la formazione del primo: gli errori sono troppi, la fase di attacco non è così efficace e i punti persi in battuta influiscono non poco sull’ equilibrio delle padrone di casa. 25-17 per le ovadesi e si cambia di nuovo campo.
Nel terzo set, coach Ius sostituisce Sacco con la giovane Visconti, che riesce a giocare, nonostante i suoi 16 anni, una gara alquanto pulita.
Si vede una reazione fulminea delle padrone di casa: la ricezione è più precisa, facendo sì che il gioco con i centrali sia più pulito ed efficace, così come il gioco delle bande. La difesa è più ordinata e la fase di servizio, prendendosi qualche rischio in più, si rivela un’ ottima scelta tattica che porta le alessandrine a concludere il set 25-15.
Una rimonta “emotiva” sembra prevaricare le ospiti nel loro gioco. Nel quarto set, viene mantenuta la formazione del terzo ma la sicurezza acquisita nella frazione precedente sembra scomparsa. L’ Ovada conclude 25-17.
È necessario che le alessandrine recuperino quell’ entusiasmo che avevano nella prima fase del girone: avranno la possibilità di riscattarsi sabato a Casale (0 punti), in cui dovranno dimostrare tutta la loro tenacia per far sì che l’ equilibrio perso venga recuperato in fretta. Una vittoria che potrebbe servire per rafforzare il gruppo e schiarire le idee, recuperando un po’ di fiducia in loro stesse e provando così a dare un nuovo slancio alla fase di ritorno, che sarà sicuramente più equilibrata e fiduciosa.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *