Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Celia: “I tifosi sono il primo stimolo che abbiamo ogni domenica”

Settimana di allenamenti in casa Alessandria Calcio in attesa  della ripresa del campionato fissato per domenica 8 marzo a Pistoia.
La redazione di Hurrà Grigi, grazie alla disponibilità dell’Alessandria Calcio, ha incontrato Raffaele Celia.
Celia, come è la condizione fisica della squadra?
La condizione fisica della squadra è buona. Abbiamo lavorato tanto, questa settimana, spingendo molto e mettendo benzina nelle gambe approfittando di questo stop forzato, pensando già alla prossima sfida di campionato che ci vedrà opposti alla Pistoiese ed al mese di marzo che ci vedrà impegnati in tante sfide ravvicinate.
Le ultime due vittorie cosa hanno lasciato all’Alessandria dal punto di vista del morale?
Sicuramente i due successi, contro Lecco e Pontedera, ci hanno lasciato tanto in quanto non riuscivamo ad inanellare vittorie consecutive dall’inizio della stagione e, queste affermazioni, sono state un rilancio per la squadra soprattutto a livello morale. Fornisce sempre fiducia vincere e dare continuità: sotto il profilo mentale queste due vittorie ci hanno fatto bene.
Da quando è arrivato Angelo Gregucci che cosa vi ha dato dal punto di vista tecnico/tattico e non solo.
Da quando è giunto ad Alessandria il mister Angelo Gregucci ci ha dato tanto dal punto di vista umano e del gioco. Il mister ha plasmato prima di tutto quella che è la nostra testa e sta lavorando tutt’ora sotto questo aspetto. Il gioco sta migliorando: un gioco più aggressivo, c’è voglia di andare a pressare alti gli avversari,  c’è voglia di tenere il palleggio della palla il più possibile.
L’Alessandria è a cinque lunghezze dal secondo posto in classifica e questo aumenta il rammarico per i mesi altalenanti.
Sicuramente tutti, sia nei singoli che come squadra, ci pensiamo. C’è un grande dispiacere perché avevamo iniziato davvero bene e speriamo di riprenderci. Pensare ai punti persi per strada serve a poco quindi dobbiamo tutti rilanciarci e a prepararci per il finale di stagione che è la parte più importante di tutto il torneo.
Come sta vivendo la squadra questo stop forzato?
Io sono molto tranquillo per quanto riguarda la situazione del virus ma lo è anche la squadra. Stiamo lavorando e siamo concentrati con la testa al match contro la Pistoiese: cerchiamo di mantenere la testa il più libera possibile.
Arriverà un marzo denso di appuntamenti per l’Alessandria con, magari, un Moccagatta con più pubblico.
I tifosi sono il primo stimolo che abbiamo ogni domenica quando scendiamo in campo per affrontare le partite. Per i giocatori tornare a vedere la Curva piena e lo stadio pieno è un fattore in più che ci stimola e ci fornisce una spinta forte per riuscire a segnare un gol o per portare a casa la posta piena in palio. Speriamo di riuscire a riconquistare la fiducia dei tifosi e di vedere uno stadio pieno.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner