Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Esordio convincente per i Bulls

cissaca-bulls-pino-torineseIl tanto atteso esordio dei Bulls nello Special Basket 2018 si è concretizzato domenica scorsa al PalaFolis di Pino Torinese nella tappa dedicata alla pallacanestro unificata per la regia dell’ASD Vivere Sport. I Tori, orfani della guardia Fishta ai box per una fastidiosa influenza, sono chiamati al doppio impegno contro Asad Biella e Cuore Matto Torino. Il primo match di giornata contro i lanieri si apre con un parziale di 8-2 per i mandrogni che trovano nelle collaborazioni offensive di Bragato e Kondi punti importanti nel colorato. Il vantaggio di +14 all’intervallo lungo consente a Petrozzi di intensificare le rotazioni per lasciare spazio alle performance convincenti di Perrone, Salice e Scioscio che chiuderà l’incontro in doppia cifra con percentuali dal campo superiori al 50%. La seconda parte di gara si sviluppa senza particolari scossoni e la vittoria non viene mai messa in discussione nonostante la buona prova dei ragazzi di coach Marangone: +18 alla sirena e testa alla gara che da lì a poco li vedrà impegnati contro il Cuore Matto. L’andamento del match conferma le previsioni della vigilia. Pravatà e compagni in settimana hanno lavorato molto su una difesa a uomo aggressiva per limitare al minimo le conclusioni avversarie dalla media distanza e lo zero a referto per i torinesi nei primi 6 minuti di gara conferma il giusto atteggiamento mentale dei Bulls. Un Kondi molto equilibrato la mette dai 6,75 e fa registrare un vantaggio di +10 dopo due quarti. Al rientro in campo Bragato dimostra di avere ancora molti punti nelle mani (13 per lui) e Stasio e Zanda, con il contributo essenziale dei partner Canuti e Ugaglia, consolidano il punteggio nonostante le fiammate di Zannino e Deva che certificano il +8 e la seconda vittoria di giornata per i Tori. Non c’è tempo per rifiatare. Già questa domenica i Bulls saranno a Genova per iniziare la loro avventura nel girone dedicato al basket tradizionale per confermare l’oro ottenuto nella passata edizione.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *