Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Alessandria: cosa ci lascia la gara di ieri sera

Obiettivo raggiunto, obiettivo centrato, passaggio del turno avvenuto. I grigi superano per 3-1 la Casertana e staccano il biglietto per i quarti di finale dei playoff della Lega Pro.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Ma, anche se solo per qualche minuto, i patemi ci sono stati perchè l’ennesimo errore difensivo è costato caro con la Casertana che si era temporaneamente portata in vantaggio con il gol di Ciotola ma, come avvenuto dopo il gol del pareggio di domenica scorsa dalla squadra toscana, la squadra di Pillon ha saputo reagire trovando il gol del pareggio dopo soli due minuti con Gozzi.

Se analizziamo le note negative di ieri sera c’è sicuramente una difesa spesso in affanno che viene infilata sulle fasce dove Celjak e Manfrin si trovano raddoppiati dai portatori di palla avversari; nei primi minuti della ripresa la squadra di Esposito poteva siglare la seconda rete ma, per fortuna, il cross rasoterra all’interno dell’area di rigore non è stato sfruttato da alcun giocatore della Casertana. Pare evidente che i reparti si trovano spesso lunghi, la squadra dovrebbe maggiormente accorciare tra i reparti per evitare troppo scollamento nel quale gli avanti avversari possano infilarsi.

Se analizziamo gli aspetti positivi possiamo analizzare in primis una buona condizione atletica: la squadra pare fisicamente tonica e in palla, corre e raddoppia con gli attaccanti che spesso tornano a centrocampo a cercare di aiutare i propri compagni; aver usufruito della settimana di riposo, essendo arrivati secondi in classifica, ha giovato a Sosa e compagni. Un altro aspetto da analizzare è la reazione al gol subito: nell’ultima parte della stagione la squadra ha palesato limiti mentali e caratteriali quando gli avversari realizzavano la rete mentre, sia nella gara di andata che in quella di ritorno, la squadra ha avuto una reazione da grande quale è.

Ora non resta che attendere l’avversario che si svelerà oggi pomeriggio nel sorteggio delle 15.30, ora cominceranno i veri playoff, con avversari blasonati e importanti sulla strada verso la finale di Firenze. Lecce, Parma e Livorno quelle più accreditate; il Pordenone quello più scorbutico. Cosenza e Lucchese, forse, quelle più abbordabili.

Iocolano effettua il riscaldamento, viene annunciato in formazione ma, per un problema muscolare, si vede costretto ad alzare bandiera bianca, gioca Nicco al suo posto che risulta essere uno dei migliori in campo insieme a Cazzola: quando alle volte si dice il destino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *