Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Chi fa da sè fa il 3vs3

13497622_1116878438385942_5560110819700265310_oUna vera e propria maratona cestistica quella di domenica scorsa al PalaRivetti di Biella. Nove ore senza soluzione di continuità per la tappa dello Special Basket dedicata al 3vs3. In campo 15 squadre provenienti da 3 differenti regioni per un totale di 30 partite. Round robin a 5 per i Tori che nel primo match di giornata incontrano i padroni di casa dell’Asad. Poca brillantezza in difesa e basse percentuali al tiro per una prima parte di gara nefasta per Fishta e soci che subiscono un parziale di 12 a 4. Il time out di coach Petrozzi per cercare di mettere ordine tattico e provare il recupero funziona solo in parte: i Bulls arrivano ad un solo possesso di distanza all’ultimo giro di orologio, ma l’errore nel pitturato di Kondi condanna i mandrogni al primo rovescio stagionale. Non c’è tempo di pensare alla sconfitta. Il secondo incontro con No Limits Lodi è alle porte e bisogna dare il massimo per confermare almeno l’argento dell’edizione 2016. Partenza rabbiosa della guardia Scioscio che ne mette 3 di fila in meno di due minuti di gioco. Comincia anche a funzionare il pick&roll centrale tra Kondi e Stasio che danno il loro contributo per il +10 finale. Nel match pomeridiano di fronte gli avversari di sempre del Pandha Torino. Partita molto fisica, come da tradizione, e tabellino dei falli che si riempie in fretta. Fishta decide di dare una svolta alla sua giornata fino a quel momento piuttosto opaca e comincia a colpire con ottime percentuali dalla media: doppia cifra per lui e +13 alla sirena. Il percorso netto dell’Asad nel girone costringe i Bulls a vincere l’ultima gara della giornata per conquistare il secondo gradino del podio. Di fronte la Pol. Senna che vanta nel roster il nazionale Giovanni Pozzi, un’ala forte di grandissima fisicità. Sotto le plance i centimetri in meno si fanno sentire: Stasio, nel tentativo di arginare le bocche da fuoco lombarde, si carica di falli e costringe Petrozzi a giocarsi tutto sulla rapidità di un terzetto basso ma veloce per recuperare il 12-18 (i match si chiudono allo scadere dei 15 minuti di gioco o al raggiungimento del 20° punto). Kondi e Fishta lavorano bene sul “penetra e scarica” e Scioscio segna il canestro del sorpasso. Meno di un minuto alla sirena e possesso per Pol. Senna che ha in mano il macth point. Fishta difende forte su Andreano e ruba palla per assistere Kondi che segna il 21° punto e si mette l’argento al collo. I Bulls non si fermano: saranno nuovamente in campo questa domenica a Pino Torinese per il match di basket unificato contro i torinesi del Cuore Matto.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *