Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Cazzola risponde a Teso: Renate-Alessandria 1-1

Quando il pareggio della capolista coincide con la sconfitta della diretta inseguitrice, nel girone, il bilancio è sicuramente positivo. Che Meda fosse un campo ostico e difficile lo si sapeva. La squadra di Foschi ha conquistato 19 punti, dei 25 totali, tra le mura amiche; l’Alessandria ha sofferto nei primi venti minuti nei quali la squadra di casa è stata messa bene in campo trovando le giuste contromisure per imbrigliare Gonzalez e compagni. Il gol del Renate è arrivato da calcio d’angolo, da palla inattiva; lo spiovente ha superato tutta l’area piccola, di rigore, trovando Teso attento a colpire di testa ed a incassare alle spalle di Vannucchi. Braglia a questo punto inverte gli esterni di centrocampo: Marras passa a sinistra e Fischnaller a destra; da questo momento in avanti i grigi cambiano marcia, alzano il baricentro del proprio raggio d’azione mettendo in difficoltà i locali. Il pareggio è opera di Cazzola, abile a sfruttare un passaggio rasoterra di Bocalon e, complice la deviazione involontaria di Schettino, supera Cincilla.  Nella ripresa è Nicco a prendere il posto di Fischnaller, i grigi riprendono sulla falsa riga della seconda parte del primo tempo, stando alti ed aggressivi ma i pericoli dalle parti di Cincilla giungono quando Gonzalez decide che è il momento di suonare la sveglia; una sua magia al 70′ mette fuori causa due avversari ma il suo tiro a giro di sinistro trova Malgrati sulla linea della porta che di testa salva il risultato. L’inserimento di Marconi, al posto di Bocalon, non sortisce l’effetto sperato. La gara scorre senza particolari sussulti fino al triplice fischio finale. La sconfitta di Lucca e il pareggio dei grigi a Meda, manda la Cremonese a meno sette punti con l’Alessandria che, con due gare d’anticipo, conquista il simbolico titolo di campione d’inverno.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

La prima novità della gara riguarda la sostituzione del direttore di gara: a dirigere la sfida sarà Pietropaolo di Modena in sostituzione dell’influenzato Volpi di Arezzo.

Renate in campo con la consueta divisa casalinga: maglia a righe verticali nere e azzurre, pantaloncini neri. I grigi in campo in completa divisa rossa. Rispetto a domenica, contro la Viterbese, Braglia cambia tre elementi: rientra Marras dalla squalifica, Mezavilla torna titolare, cosi come Manfrin.

Al 12′ il vantaggio del Renate con il colpo di testa di Teso sugli sviluppi di un calcio d’angolo: la palla attraversa l’area di rigore piccola e Teso stacca di testa alle spalle di Vannucchi. Al 18′ calcio di punizione per il Renate: Napoli calcia a lato. Al 27′ Gonzalez conclude all’interno dell’area di rigore ma Cincilla è attento e blocca. Al 32′ il pareggio dell’Alessandria con Cazzola: lancio dalla trequarti campo, palla a Bocalon che serve Cazzola, in corsa, il centrocampista, dal limite dell’area di rigore, conclude e la sfera è sporcata da Schettino e si infila alle spalle di Cincilla.

Al 48′ si fa vedere l’Alessandria dalle parti di Cincilla: destro a giro di Bocalon, dall’interno dell’area di rigore, palla fuori di poco. Ancora Alessandria, un minuto dopo, su un errore della difesa di casa è Mezavilla a concludere da fuori area, palla fuori. Al 68′ tiro di Nicco, di punta, parata a terra di Cincilla. Al 70′ Malgrati salva la porta della formazione di casa dopo una strepitosa azione di Gonzalez che si beve due uomini e prova il tiro a giro ma il capitano dei padroni di casa salva sulla linea con un colpo di testa. Al 74′ Marras ruba palla, serve Gonzalez che entra in area di rigore e conclude ma la sfera esce a lato. Al 76′ sinistro rasoterra di Gonzalez, palla a lato di poco.

RENATE-ALESSANDRIA 1-1 (12′ Teso; 32′ Cazzola)

RENATE (3-5-2): Cincilla; Di Gennaro, Malgrati, Teso; Schettino [73. Vannucci], Scaccabarozzi, Pavan, Graziano, Mora [55. Lavagnoli]; Napoli, Marzeglia [76. Florian]. A disp: Merelli, Stefanelli, Anghileri, Galli, Santi, Dragoni, Palma. All: Foschi Luciano

ALESSANDRIA (4-4-2): Vannucchi; Manfrin, Gozzi, Piccolo, Sosa; Fischnaller [46. Nicco], Cazzola, Mezavilla, Marras, Gonzalez, Bocalon [70. Marconi]. A disp: La Gorga, Celjak, Celussi, Cottarelli, Iocolano, Barlocco, Branca, Aramini. All: Braglia Piero

Arbitro: Pietropaolo (Modena) Assist: Scatragli, Trovatelli.

Ammoniti: 40. Napoli [R]; 65. Nicco [A]; 82. Mezavilla [A]; 86. Vannucci [R]; 91. Sosa [A]

Angoli: 1-6 Recuperi: 0 + 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *