Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Lega Pro, Girone A: il commento della 32° giornata

logo_lega_pro_stilizzato1

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Pordenone sì, Alessandria ni, Bassano no. La lotta per il secondo posto, al termine della 32esima giornata, può essere così brevemente riassunta. I neroverdi superano con grande fatica il Cuneo e agguantano il secondo posto in un momento decisivo del campionato. Le prossime due sfide, infatti, metteranno di fronte al Pordenone due squadre che non hanno più nulla da chiedere al campionato, ovvero Pavia e Giana Erminio, e questo ci induce necessariamente a trarre una conclusione: calendario alla mano, i favoriti per il raggiungimento della seconda piazza sono diventati loro.
I grigi invece impattano contro il Sudtirol, perdendo la concreta possibilità di poter superare il Bassano. Il canovaccio del match ha messo in luce un’Alessandria attenta, ordinata ma poco incisiva nella fase offensiva e un Sudtirol che, nonostante la salvezza già raggiunta, si dimostra una difficile gatta da pelare, rispetto a quanto ci si potesse aspettare alla vigilia. Per il raggiungimento aritmetico dei playoff manca solo un punto, che potrà facilmente essere ottenuto nelle prossime due partite.
Chi conclude la 32esima giornata con molti rimpianti è il Bassano. I giallorossi di Sottili vengono sconfitti sul campo di un Renate cinico, quadrato e affamato di punti salvezza, che sopperisce così al notevole divario tecnico tra le due squadre. La qualificazione ai playoff è in cassaforte ma quest’ultima sconfitta stona decisamente rispetto alla versione del Bassano che abbiamo ammirato ultimamente: primi segnali di un imminente calo fisico?
Nonostante le mille attenuanti del caso, il Cittadella non molla un colpo. La promozione già acquisita avrebbe potuto creare una plausibile flessione, soprattutto a livello mentale, ma così non è stato per i granata, che a Salò han vinto e convinto contro una Feralpi tranquillamente al sesto posto e senza alcuna particolare ambizione. Il vantaggio sulla seconda in classifica sale a tredici punti, a conferma dell’evidente superiorità mostrata dal Cittadella in questa stagione. Rinnovare i complimenti alla squadra di Venturato è tutt’al più doveroso.
Nella zona calda della classifica, le vittorie di Giana Erminio e Renate profumano di salvezza mentre il ko rimediato dal Cuneo relega i piemontesi quasi aritmeticamente ai playout.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *