Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

L’ Alessandria suona la quarta, ma soffre più del dovuto

IMG_6315L’Alessandria centra la quarta vittoria consecutiva, superando, con affanno, il Sudtirol Alto Adige nell’ultimo turno casalingo del 2015; decisivo, ancora una volta, Riccardo Bocalon, autore della doppietta  che ha assicurato il successo ai grigi.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

L’avvio è dei migliori, Bocalon, di testa, sblocca la gara, con un colpo di testa, su preciso cross di Marras. Gli ospiti reagiscono e al 10’, Vannucchi è bravo ad opporsi a Tulli, autore di una solitaria galoppata. Al 19’, cross di Branca, il  portiere Coser, sbaglia il tempo dell’uscita, Bocalon è più lesto, lo anticipa e deposita in rete la palla. Il Sudtirol non si da per vinto e riesce a rendersi pericoloso sulla fascia destra, soprattutto dove Bandini, mette in difficoltà Sabato e compagni. Si infortuna Mezavilla e Gregucci lo sostituisce con Loviso, per il centrocampista soltanto una botta, nessun risentimento muscolare. La gara scorre con l’Alessandria che controlla una sfida, nella quale gli ospiti si trovano stabilmente nella metà campo dei padroni di casa.

La ripresa è di marca Sudtirol, entrato in campo con il piglio di una squadra che non si da per vinta e crede nella rimonta, la squadra di Gregucci raramente supera la metà campo con il centrocampo spesso in affanno, finchè la formazione di Stroppa riapre la partita, al 78’ con Kirilov, abile a scattare sul filo del fuorigioco; da quel momento alla fine è sofferenza ma Vannucchi non compie interventi rilevanti ai fini del tabellino. Morero e compagni hanno il demerito di abbassarsi troppo consentendo agli avversari, di alzare il baricentro del proprio raggio d’azione. Il fischio finale è una liberazione, per qualche ora l’Alessandria è in testa, in attesa del Cittadella impegnato, oggi alle ore 15.00, contro il Feralpisalò.

IMG_6010Ora si prepara l’impegno di Tim Cup: martedi ore 19.15 a “Marassi” contro il Genoa, negli ottavi di finale. Domenica poi ultimo turno dell’anno a Reggio Emilia, contro la Reggiana, sarà il campionato e sarà la partita che conta.

Grigi in campo con la consueta divisa grigia; Sudtoril in campo in completa divisa rossa. Si parte con i padroni di casa disposti, come di consueto con il 4-3-3; mentre il Sudtirol adotta il 3-5-2.

Al 4’ vantaggio dell’Alessandria: cross di Marras dalla destra e Bocalon di testa insacca in rete. Al 9’ vicino al gol il Sudtirol, destro di Tulli, che conclude dal limite dell’area, palla deviata da Vannucchi. Al 11’ Fischnaller si trova più avanti del pallone, dall’interno dell’area di rigore, non riuscendo a concludere a rete. All’ 19’ il raddoppio dell’Alessandria con il decimo gol stagionale di Bocalon, su cross dalla sinistra di Branca. Al 39’ il tiro di Tulli, dal limite dell’area. Al 40’ liscio in piena area di Bandini, su cross dalla sinistra di Crovetto.

Al 55’ tiro cross di Crovetto, parato da Vannucchi. Al 59’ destro volante di Cia, palla alta. Al 70’ tiro a giro sul secondo palo, di Iunco, palla fuori. Al 71’ tiro cross pericoloso dalla sinistra e Vannucchi alza la palla oltre la traversa; sinistro rasoterra di Kirilov, al 72, palla bloccata da Vannucchi.  Al 77’ palla di Branca per Iunco, parte largo a sinitra, si accentra e conclude di destro, ma strozza il tiro, palla fuori.  Al 78’ accorcia le distanze il Sudtirol: Kirilov, giunge solo davanti a Vannucchi, lo dribla e segna.  Al 90’ punizione di Crovetto, parata a terra di Vannucchi.

ALESSANDRIA-SUDTIROL 2-1

ALESSANDRIA: Vannucchi, Celjak, Sabato, Mezavilla [36. Loviso], Morero, Sosa, Marras, Nicco, Bocalon [81. Marcpni], Branca, Fischnaller [60. Iunco]. A disp: Nordi, Picone, Sirri, Terigi, Manfrin, Cittadino, Vitofrancesco. All Gregucci Angelo Adamo

SUDTIROL: Coser, Bandini, Bassoli, Tagliani, Bertoni, Mladen, Crovetto, Girasole [81. Furlan], Maritato [61. Ghiozzi], Cia [66. Kirilov], Tulli. A disp: Miori, Brugger, Melchiori, Lima, Spagnoli

ARBTIRO: Lorenzo Bertani (Pisa) [ Rossini, Zancanaro]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *