Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

I Grigi tornano da Olbia con 3 punti per la classifica

L’Alessandria di Mister Moreno Longo torna da Olbia con 3 punti per la classifica battendo i sardi per 1-2. 

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Impiega solo 4 minuti l’Alessandria a portarsi in vantaggio. Corazza, infatti, segna il rigore concesso per l’atterramento in area di Arrighini. Al 12’ Cosenza, aiutato dal vento, segna da metà campo. Al 24’ Ragatzu, grazie ad un rigore molto generoso, riapre la gara. 

Nel secondo tempo le squadre sono più stanche ma Pisseri si dimostra, come al solito, il migliore in campo negando ai sardi la possibilità di segnare.

La partita

Parte subito forte l’Alessandria con Mustacchio pericolosissimo dopo soli due giri di orologio. Al 4’ Udoh atterra in area Arrighini. L’arbitro concede, giustamente, il rigore ed ammonisce il giocatore sardo. Emerson protesta e l’arbitro lo sanziona col giallo. Dal dischetto calcia Corazza che spiazza Tornaghi e sblocca la gara. L’Alessandria insiste. Al 12’ Cosenza, da metà campo e aiutato anche dal vento, raddoppia. Al 14’ Pisseri, in modo molto deciso, para il tiro di Ladinetti. Al 19’ terzo ammonito tra le fila dei sardi. Questa volta il cartellino è per Cadili. Al 21’ Gabriele Bellodi, ex della gara, salva l’Alessandria sul tiro di Ladinetti. Al 24’ Parodi commette fallo in area su Pennington. L’arbitro lo ammonisce e concede il rigore (molto generoso) all’Olbia. Ragatzu, dal dischetto, riapre il match. Al 27’ brividi per i Grigi quando Udoh col destro manda la palla fuori. Al 36’ giallo per Giandonato per un fallo su Corazza. Un minuto dopo Prestia salva l’Alessandria sul tiro di Ragatzu. Al 38’ giallo (decisamente esagerato) per Mustacchio. Al 45’ Parodi calcia deciso ma la difesa dell’Olbia si rifugia in corner. 

Al 59’ Giorno riceve un giallo per un fallo su Biancu. Un minuto dopo Arrighini serve Mustacchio che, di testa, manda la palla leggermente a destra della porta. Al 73’ giallo per Cosenza. Subito dopo Pisseri si supera su Ladinetti. E una manciata di secondi dopo Pisseri si ripete sul sinistro di Udoh. All’88’ Casarini, da vicino, si mangia il goal che poteva chiudere in anticipo la partita. Al 91’ Stanco ci prova di testa ma la palla finisce sopra la traversa.

Il tabellino di Olbia-Alessandria

Olbia (4-3-1-2): Tornaghi; Arboleda, Emerson, Altare, Cadili; Pennington (dal 71’ Cocco), Giandonato, Ladinetti (dall’81’ Belloni); Biancu; Ragatzu, Udoh (dal 79’ Doradiotto). A disposizione: Van Der Want, Guerrieri, La Rosa, Lella, Pisano, Demarcus, Marigosu, Occhioni, Secci. Allenatore: Max Canzi.

Alessandria (3-5-2): Pisseri; Bellodi, Cosenza, Prestia; Mustacchio, Bruccini (dal 72’ Casarini), Giorno, Chiarello (dal 63’ Di Quinzio), Parodi (dal 63’ Rubin); Corazza (dall’84’ Stanco), Arrighini (dal 63’ Eusepi). A disposizione: Crisanto, Crosta, Gazzi, Macchioni, Mora, Di Gennaro, Sini, Stanco. Allenatore: M. Longo.

Marcatori: Corazza (A), Cosenza (A), Ragatzu (O).

Ammoniti: Udoh (O), Emerson (O), Cadili (O), Parodi (A), Giandonato (O), Mustacchio (A), Giorno (A), Cosenza (A).

Note: Giornata ventosa. Campo in pessime condizioni.