Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

A Carpi col cuore, senza paura!

Il pronostico, sulla carta, dice Carpi.
La squadra di casa ha a disposizione due risultati su tre, è stata costruita per ottenere la promozione e in casa, nella stagione “regolare, si è dimostrata una vera corazzata.
Io, però, penso che proprio su questo l’Orso debba costruire la sua gara per puntare alla vittoria, che certo non è impossibile.
I Grigi possono giocare con la testa libera, con spavalderia, con la forza di chi non ha niente da perdere.
Se vinceremo, avremo fatto l’impresa, se perderemo nessuno, penso, avrà nulla da dire data la potenza dell’avversario.
L’importante sarà dare tutto, giocare col cuore, dimostrare che, come nella grande cavalcata di Coppa Italia, la squadra di mister Gregucci non si considerara mai battuta prima di essersela giocata.
Io ho fiducia nella capacità del Mister di motivare i giocatori, di saper infondere quella convinzione che può far superare il gap tecnico.
La vittoria col Siena, ad essere sincero, non mi ha entusiasmato, ho visto riemergere alcuni degli errori che hannio caratterizzato tutta la stagione dell’Alessandria, ma questa è una partita in cui può succedere di tutto. Col cuore, senza paura.
La cosa più bella è vedere che i tifosi vivono con passione questa nuova avventura dell’Orso Grigio: la passione non è mai sopita, contro tutto e tutti.
Questi tifosi, sempre pronti a sognare e a tifare, meriterebbero, finalmente, qualche vera gioia.
Per favore, non interrompete il nostro sogno.
Hurrà Grigi!, sempre.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner