Il Monza è umano

La Gazzetta dello Sport di oggi non ci lascia speranze. Nonostante la sconfitta interna col Siena di ieri (0-2) il pezzo recita “Il primato del Monza è solido”.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Mi sembra che la classifica dica cose ben diverse e, visti i precedenti, non voglio parlare della nostra gara di questa sera al Moccagatta.

Una cosa, però, è certa: anche se il Monza, sulla carta, è la squadra ammazza-campionato la promozione diretta dovrà sudarsela.

In molti pensavano che in questa stagione le altre avrebbero lottato solo per il secondo posto, invece è chiaro che “si può fare”.

La sconfitta casalinga dei lombardi mina molte loro certezze e, soprattutto, resuscita le speranze delle concorrenti: siamo alla sesta di campionato e tutto è ancora possibile.

Ci sarà da combattere perché Novara, Siena, Como, oltre ai grigi, stanno trovando la condizione migliore. E non si escludono altre sorprese.

E noi? Viviamo gara dopo gara, senza farci illusioni, ma consapevoli della nostra forza. Sappiamo che la partita di questa sera evoca  pessimi ricordi: la Giana per noi è una specie di bestia nera, ma non può certo farci paura una formazione che fino ad oggi ha raccolto solo due punti.

Il campionato è appena iniziato e finalmente abbiamo di nuovo una formazione competitiva.

Il mio parere è che possiamo giocarcela con tutti e che ci siano ancora notevoli margini di miglioramento.

Sono sempre più convinto del titolo che ho pubblicato ieri sulla prima di Hurrà Grigi: possiamo di nuovo sognare!