Grigi, le pagelle contro il Renate

Prima sconfitta del 2020 per i Grigi di Mister Scazzola che in trasferta vengono battuti per 1-0 dal Renate senza mai riuscire ad entrare veramente in partita. Una prestazione vergognosa dovuta principalmente a giocatori messi in campo con una formazione senza senso.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Valentini 6,5: Incolpevole sul goal. Limita i danni il più possibile facendo il miracolo nel secondo tempo.

Gilli 5: Lento e prevedibile. Gli avversari riescono ad avere la meglio quasi sempre.

Eleuteri s.v.: Entra con voglia ma sono troppo pochi i minuti giocati per dare una valutazione al giocatore.

Cosenza 6: È quello che in difesa cerca sempre di metterci una pezza. Potrebbe di certo giocare meglio ma deve pensare a limitare gli errori dei suoi compagni di reparto.

Prestia 4,5: Si prende un giallo a gioco fermo. Inoltre la sua prestazione è veramente la peggiore da quando indossa la maglia grigia.

Sciacca 5,5: Inizia da esterno di centrocampo e poi, con l’ingresso di Eleuteri torna in difesa. Uno dei più propositivi in campo anche se non ha giocato bene. Viene costretto a lasciare il campo per infortunio.

Dossena 6: Perché lasciare in panchina un giocatore come lui? Appena entrato i Grigi hanno sofferto meno.

Castellano 4,5: Poco visibile in campo. Forse è la sua partita peggiore in maglia grigia.

Gazzi 6: Non è ancora in forma. Colpisce un solo pallone di testa e dimostra di avere idee. Peccato che non regga ancora tanti minuti.

Casarini 3,5: Gioca male e con poca voglia. Dovrebbe dettare i tempi di gioco ma lascia gestire troppo dagli avversari. Se non ha voglia di giocare in maglia grigia se ne vada pure, come ha fatto a Novara. Perché in Alessandria serve gente che lotta, non che viene a prendere lo stipendio senza giocare.

Chiarello 5: Poche idee e troppo lento. Decisamente contenuto dagli ospiti.

Di Quinzio 6,5: Entra con la voglia di ribaltare la partita e ci prova in tutti i modi. Ma se è l’unico a giocare veramente a calcio allora è dura.

Celia 5,5: Con Prestia in campo riesce a pasticciare anche lui che da quinto ha sempre fatto bene. A volte l’influenza dei compagni sbagliati fa commettere errori.

Sartore 4: Nel primo tempo ha 3 occasioni nitide per segnare semplicemente ma in tutte e tre non arriva mai sul pallone. Quando ha la palla al piede, inoltre, riesce sempre a farsela togliere dai padroni di casa. Chissà cosa ci veda il mister per farlo giocare titolare.

Eusepi 6: Vorrebbe segnare ma se non arrivano palloni in area è impossibile. Passa più tempo a difendere che ad attaccare.

Arrighini 6: Mezzo punto in meno per essersi ostinato a servire per troppe volte Sartore nel primo tempo. Ma almeno ci prova fino alla fine.

Mister Scazzola 3: Regala la vittoria agli avversari mettendo in campo una formazione senza alcun senso logico, mettendo Gilli in difesa e Sciacca esterno e facendo giocare un Casarini mai così svogliato. I giocatori giusti c’erano, perché non utilizzarli? Se la scelta fatta dal tecnico era stata ponderata allora è meglio l’esonero immediato. Perché ricordiamoci che questa società ha esonerato allenatori per prestazioni molto meno indecenti.