Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Orgoglio Livorno, Alessandria ko

L’Alessandria cade a Livorno, perde il primo match in questo torneo, cade al termine di un match nel quale la formazione di Foscarini merita di portare a casa la posta piena in palio, al termine di un incontro nel quale i locali dimostrano, in questo momento, di essere più brillante dal punto di vista fisico, mentale e di salute. La squadra di Braglia parte in sordina, soffre le sortite a centrocampo del Livorno ma dopo un quarto d’ora è in vantaggio: Iocolano è bravo a scendere sul fondo, servire in mezzo all’area Marras a mezza altezza che, di sinistro, impatta la sfera che si insacca alle spalle di Mazzoni. Da questo momento ricomincia il trend visto all’inizio della partita: Alessandria che scompare dal campo e Livorno che tiene in mano il pallino del gioco, riuscendo a impensierire costantemente la retroguardia grigionera. L’Alessandria ha confermato ancora una volta, di soffrire le compagini che si schierano a centro campo con il modulo a cinque uomini, andando sempre in difficoltà in mediana. Alcuni elementi appaiono stanchi e con la benzina in riserva, forse la sosta arriva a pennello in un momento nel quale fermarsi per tre settimane diventa fondamentale. Dopo  solo dodici minuti Cellini riporta le sorti della sfida sul punteggio di parità su ottima imbeccata di Lambrughi. Soltanto al 43′ l’Alessandria torna a farsi pericolosa dalle parti di Mazzoni con il tiro di Marras respinto in angolo da Mazzoni. Dopo soli due minuti della ripresa Cellini approfitta di un errore della retroguardia ospite e, di testa, metta la palla alle spalle di Vannucchi. L’Alessandria ci prova, crea, ma imprecisione, bravura di Mazzoni, su Bocalon, errori nell’ultimo disimpegno non sortiscono gli effetti sperati. L’ultima occasione è di Fischnaller all’80’ ma ancora è bravo Mazzoni a respingere.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Ora ci si ferma per una decina di giorni per il riposo prima della ripresa della preparazione fissata nei giorni intorno al 9 di gennaio. Intanto incomincerà il calciomercato e vedremo se la società intenderà rinforzare l’organico attuale che avrà di nuovo a pieno regime Alessio Sestu.

CRONACA

Livorno in consueta divisa casalinga: tutta gialla; Alessandria in completa divisa grigia.

Al 6′ conclusione, dal limite dell’area, da parte di Jelenic, palla alta. All’8′ tiro a giro di sinistro di Gonzalez, palla alta. Al 15′ Iocolano scende sul fondo, mette in mezzo un cross a mezza altezza, in area di rigore irrompe Marras che di sinistro conclude alle spalle di Mazzoni, preso in contro tempo. Al 26′ il pareggio del Livorno: nono gol stagionale per Cellini, ottima l’apertura di gioco di Lambrughi per Cellini che, dall’interno dell’area piccola, di sinistro, infila Vannucchi. Al 30′ punizione velenosa di Gonzalez, scoccata di sinistro, ma Mazzoni  è bravo a respingere di piede. Al 37′ Lambrughi mette il cross per Jelenic che conclude al volo, di destro, ma la palla è preda di Vannucchi. Al 43′ azione personale di Marras che si accentra e conclude di sinistro ma la palla è deviata in angolo da Mazzoni.

Al 47′ il vantaggio del Livorno: cross di Luci e colpo di testa di Cellini che mette la palla alla destra di Vannucchi, palla nell’angolino e gol. E’ la seconda volta nel torneo che l’Alessandria incassa due gol in una partita. Al 60′ pericolosa incursione dell’Alessandria con Bocalon, servito da Gonzalez ma la difesa del Livorno anticipa.  Al 65′ sinistro a giro, di Gonzalez, palla a lato di poco. Al 68′ Alessandria a un soffio dal pareggio: cross di Gonzalez, da sinistra, Bocalon va in cielo e colpisce di testa ma Mazzoni è bravo a salvare sulla linea. Al 70′ ancora Gonzalez parte palla al piede, serve Iocolano, sulla sinistra, che sbaglia nel cross e la palla giunge tra le braccia di Mazzoni. Al 73′ occasione gol per il Livorno: Cellini, servito in orizzontale, giunge solo davanti a Vannucchi, tenta il dribbling ed è bravo il portiere alessandrino a disorientare il centravanti di casa che non riesce a concludere a rete. Al 75′  tiro di Branca, da fuori area, palla fuori. All’80’ Fischnaller, conclude dall’interno dell’area di rigore, parata di Mazzoni che respinge.

LIVORNO – ALESSANDRIA 2-1 (15′ Marras; 28′; 47′ Cellini)

LIVORNO (3-5-2): Mazzoni; Gasbarro, Borghese, Gonnelli; Venitucci [71. Toninelli], Lambrughi, Luci, Marchi [79. Ferchichi], Jelenic, Cellini, Maritato [88. Dell’Agnello].  A disp: Falcone, Vono, Morelli, Rossini, Gemmi, Murilo. All: Foscarini Claudio

ALESSANDRIA (4-4-2): Vannucchi; Celjak, Gozzi, Piccolo, Barlocco; Marras, Cazzola, Mezavilla [63. Branca], Iocolano [79. Marconi]; Gonzalez, Bocalon [75. Fischnaller]. A disp: La Gorga, Fissore, Sosa, Cottarelli, Manfrin, Nicco, Sestu, Aramini. All: Braglia Piero

Arbitro: Amoroso (Paola) [Mangino-Santoro]

Ammoniti: 32. Bocalon [A]; 35. Lambrughi [L]; 35. Marras [A]; 38. Cellini [L]; 60. Maritato [L]; 68. Cazzola [A]

Angoli: 4-4

Recuperi: 1′ + 4′

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *