Il Picerno potrebbe aver comprato la partita per la promozione, 7 giocatori del Bitonto indagati

Sono stati notificati oggi, 21 giugno, gli avvisi di garanzia nei confronti di 7 giocatori del Bitonto a cui viene contestato il reato di frode in competizione sportiva. Le perquisizioni sono state fatte dalla Guardia di Finanza su disposizione del PM Bruna Manganelli.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

I sette giocatori interessati sono Michele Anaclerio, Antonio Giulio Picci, Onofrio Turitto, Francesco Cosimo Patierno, Nicola De Santis, Daniele Fiorentino,  Giovanni Montrone. Oltre a loro risulterebbe indagato anche Leonardo Rubini, dirigente della società pugliese.

Per l’accusa “la partita tra Picerno e Bitonto, giocata il 5 maggio sul campo di Rionero in Vulture, sarebbe stata truccata da alcuni giocatori neroverdi per far vincere la squadra lucana, che in quel modo si assicurò la promozione diretta in serie C”.

La Guardia di Finanza ha sequestrato i telefoni degli indagati, nei quali si cercano tracce del reato contestato