Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Il cielo sopra Vercelli è grigio. L’Alessandria si aggiudica il derby

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

La migliore partita del campionato per i Grigi. È questo l’atteggiamento che i tifosi vogliono vedere ogni partita. Era un derby, è vero, ma l’Alessandria ha condotto il gioco senza concedere nulla alla Pro Vercelli.

I Grigi hanno vinto per 0-1, un risultato che sta ancora stretto. Ma in classifica i 3 punti si ottengono con un goal di scarto dagli avversari. E va bene così perché i Grigi, oltre a salire in classifica, tornano a vincere a Vercelli dopo 5 lunghi anni. Era, infatti, la stagione 2015-2016 quella in cui è avvenuta l’ultima vittoria al Piola. In campionato, però, la vittoria al Piola torna dopo ben 22 anni.

Parte subito bene l’Alessandria con Mustacchio che, dopo poco più che un minuto, costringe Saro ad intervenire. Risponde Masi al 4’ che tenta la rovesciata e manda la palla sul fondo. All’11’ Auriletto atterra in area Mustacchio. L’arbitro estrae subito il cartellino rosso ma l’assistente lo richiama e, quindi, torna solo ad un cartellino giallo. Dal dischetto calcia Eusepi ma Saro para prima il rigore e, poi, la ribattuta. Le due squadre continuano a lottare. Al 27’ Arrighini, disturbato da Hristov, colpisce l’esterno della rete. Al 30’ giallo per Gatto che ha fermato la ripartenza di Arrighini. I ritmi rimangono molto alti con l’Alessandria che è sempre pericolosa. Al 41’ giallo per Macchioni per aver trattenuto Costantino. Un minuto dopo Nielsen calcia decisamente alto. Al 44’ calcio di punizione per i Grigi. Mustacchio ha fatto partire uno schema (fortemente voluto dalla panchina) e in area Nielsen devia nella propria porta portando i Grigi in vantaggio. In pieno recupero Saro si difende da Arrighini salvando la propria porta.

Al rientro dagli spogliatoi parte subito forte l’Alessandria. Al 48’ Bellodi, a centrocampo, atterra Gatto e l’arbitro, giustamente, lo sanziona con un cartellino giallo. Un minuto dopo Mustacchio calcia alle stelle. Al 56’ giallo per Awua per aver atterrato Arrighini. Al 67’ Gatto, di testa, costringe Pisseri alla prima parata. Al 72’ giallo per Clemente. Un minuto dopo Saro salva, nuovamente, la porta. Subito dopo giallo per Casarini. All’83’ ci prova Mora ma Saro para anche questa volta. Passano due minuti e Cosenza, stupidamente, commette un fallo che concede un calcio di punizione da ottima posizione. Emmanuello, però, calcia male e manda la palla a sinistra della porta difesa da Pisseri. Al 90’ giallo per Comi per un brutto fallo su Casarini. All’ultimo minuto di recupero Pisseri para miracolosamente il calcio di punizione. Poi si contano i secondi fino al triplice fischio.

L’Alessandria sale, così, a 56 punti in classifica al terzo posto. A -2 dalla Pro Vercelli e a -3 dalla capolista Como. Ora si può e si deve sperare.

Il tabellino di Pro Vercelli-Alessandria

Pro Vercelli (3-4-3): Saro; Hristov, Masi, Auriletto (dal 46’ Clemente); Iezzi, Nielsen (dal 46’ Emmanuello), Awua, Gatto; Rolando (dal 60’ Comi), Costantino, Zerbin (dal 60’ Della Morte). A disposizione: Tintori, Scalia, Romairone, Esposito, Erradi, Merio, Carosso, Mezzoni. Allenatore: Francesco Modesto.

Alessandria (3-5-2): Pisseri; Bellodi (dall’80’ Cosenza), Di Gennaro, Sini (dall’8’ Macchioni e dal 53’ Mora); Parodi, Casarini, Bruccini, Mustacchio (dal 53’ Corazza), Celia; Eusepi (dall’80’ Chiarello), Arrighini. A disposizione: Crisanto, Crosta, Di Quinzio, Gazzi, Giorno, Rubin, Stanco. Allenatore: Moreno Longo.

Marcatori: Nielsen (P aut).

Ammoniti: Auriletto (P), Gatto (P), Macchioni (A), Bellodi (A), Awua (P), Clemente (P), Casarini (A), Comi (P).