Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Lorenzo Carini: “Il Carpi, come organico, è più forte ma l’Alessandria ha 90 minuti in più nelle gambe”

Lorenzo Carini

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

In vista della partita di giovedì sera in trasferta contro il Carpi abbiamo parlato con il collega Lorenzo Carini, collaboratore di TuttoC, che per lavoro ha seguito da vicino la squadra emiliana.

Prima di analizzare le due formazioni Carini ha riassunto il turno appena giocato.

“Nel turno appena concluso, la Triestina è stata l’unica a ribaltare il pronostico riuscendo a vincere contro un’avversaria molto difficile come il Sudtirol, quindi sceglierei lei come sorpresa del weekend – ha esordito il giornalista -. Brava anche l’Alessandria a respingere gli attacchi del Siena, che ha pagato l’espulsione di Confente nel primo tempo. Padova e Potenza trascinate da due giocate di gran classe, in Ternana-Catania la differenza l’ha fatta la condizione con i rossoverdi più rodati”.

Ora inizia la fase nazionale ed entreranno in gioco squadre che non scendono sul campo da circa quattro mesi.

Le difficolta maggiori, infatti, saranno per Carpi, Renate e Monopoli che non hanno ancora giocato un match dalla pausa per Covid – prosegue -. La Juve U23 ha ben figurato in Coppa e potrà dire la sua, il Potenza è la quinta testa di serie e giocherà in casa contro la Triestina attesa da un viaggio lunghissimo: potrà essere un vantaggio non da poco”.

Il giornalista ha apprezzato molto il carattere dei ragazzi di Mister Gregucci nel match contro il Siena.

I Grigi – continua il collega – sono sempre passati in vantaggio e si sono fatti raggiungere però hanno sempre avuto la forza di andare avanti. Mi è piaciuto molto il carattere che hanno avuto. È stata una partita preparata molto bene da Mister Gregucci. Il Siena, però, è stato penalizzato da Confente perché probabilmente in 11 contro 11 magari sarebbe finita in modo diverso”.

Secondo Carini, però, i quattro mesi di stop che ha avuto il Carpi potrebbero condizionare la squadra perché l’Alessandria ha già una partita nelle gambe.

Il Carpi lo conosco molto bene – prosegue –. Come squadra è superiore all’Alessandria ma c’è sempre l’incognita dei quattro mesi di stop mentre l’Alessandria ha già avuto modo di giocare. I 90 minuti in più nelle gambe possono fare la differenza anche se l’organico del Carpi è nettamente superiore”.

Infine ha ipotizzato quali potrebbero essere le squadre a passare il turno.

Non amo molto i pronostici – ha concluso Lorenzo Carini –, ma provo a sbilanciarmi comunque: per me passano Ternana, Carpi, Juventus U23, Novara e  Potenza”.