Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Alessandria, la corsa è finita. In finale ci va il Milan

La corsa dell’Alessandria è terminata il primo marzo in quel di San Siro, forse c’era da aspettarselo, al cospetto di una squadra di due categorie  sopra, al cospetto di un top club italiano. Ma va bene cosi, la corsa dell’Alessandria ce la ricorderemo per tanto tanto tempo. Alto Vicentino, Pro Vercelli, Juve Stabia, Palermo, Genoa e Spezia: queste sono le squadre avversarie che hanno avvicinato tanti alessandrini, mai visti prima, all’Alessandria.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

La gara di questa sera è stata a senso unico, l’Alessandria può recriminare per l’occasione del 9′ del primo tempo quando è mancato il guizzo vincente verso la porta. Poi da li un monologo del Milan che segna tre gol nel giro di venti minuti per poi rallentare nella ripresa con l’Alessandria che ci prova nella ripresa a segnare il gol della bandiera ma non ce la fa e cosi a Roma, a maggio in finale ci sarà il Milan, con la vincente del match Inter-Juventus di domani sera.

Al 6′ occasione gol per il Milan: discesa e slalom di Kucka, palla in mezzo per Honda. Al 8′  palla gol per i grigi,in pressing di  Fischnaller su Abbiati che va in difficoltà, palla a Iocolano che temporeggia e serve Marras ma Abbiati salva la porta. Al 14′ destro di Menez dal limite dell’area Vannucchi para in due tempi. Al 18′ sinistro in corsa di Sabato palla alta.  Al 19′ il vantaggio del Milan con un diagonale di Menez. Al  25′ il raddoppio del Milan con la rete realizzata da Romagnoli, su calcio d’angolo battuto da Honda. Al 38′ il terzo gol del Milan: azione che si sviluppa sul versante di destra del fronte di attacco del Milan: Honda, serve sulla corsa Poli, palla in mezzo per Menez che di piatto sigla la terza rete. Al 41′ cross dalla destra di  De Sciglio, palla parata a terra da Vannucchi.

Al 63′ colpo di testa di Fischnaller, palla fuori di poco. Al 69′ punizione di Balotelli, palla alta. Al 71′ colpo di testa di Marconi su cross di Nicco. Al 76′ Alessandria vicina alla rete con Fischnaller, impatta un servizio di Marras dalla destra e conclude debolmente, sulla linea salva Romagnoli. Al 77′ sinistro a giro di Marras, palla fuori di poco. Al 79′ il quarto gol del Milan realizzato da Romagnoli, con la palla arrivata da calcio d’angolo, che arriva in area di rigore e il tocco del difensore arriva con il gol che viene assegnato grazie al supporto della gol line tecnology.

MILAN-ALESSANDRIA 5-0

MILAN (4-4-2): Abbiati; De Sciglio, Menez [75. Bacca], Honda, Romagnoli, Poli, Zapata, Kucka [46. Mauri], Bonaventura [57. Boateng], Antonelli, Balotelli. A disp: Livieri, Donnarumma, Abate, Simic, Alex,  Locatelli, Crociata, Bertolacci, Calabria. All: Mihailovic Sinisa

ALESSANDRIA (4-3-3): Vannucchi, Morero, Sirri, Nicco, Fischnaller, Branca [82. Bocalon], Sabato, Marras, Celjak, Loviso [70. Mezavilla], Iocolano [65. Marconi]. A disp: Nordi, Piccone, Terigi,  Boniperti, Cittadino, Sosa, Vitofrancesco, Sperotto, Guerriera. All: Gregucci Angelo Adamo

Arbitro: Guida (Torre Annunziata) [Barbirati, Marzaloni] Quarto Uomo: Russo (Nola)

Angoli: 2-2 Recuperi: 0 +  Spettatori: 28.202 Incasso totale: 559.280,10

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *