Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Confcommercio lancia la campagna per gli acquisti natalizi

CONFCOMMERCIO, LA TASK FORCE PER PROMUOVERE IL NATALE 2020: “ORA UNITI PIU’ DI SEMPRE, LA CITTA’ HA BISOGNO DI TUTTI!”. LANCIATA LA CAMPAGNA PER GLI ACQUISTI NEI NEGOZI CITTADINI, ANCHE A DISTANZA GRAZIE AD ALXTE

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

 Ferrari: “Questa è una call-to-action per tutta la comunità cittadina. L’acquisto di ogni singola persona può fare la differenza in questo difficile momento: scegliamo sempre i nostri negozi, per senso di appartenenza e per amore verso la nostra città ed il suo tessuto commerciale, che è l’anima non solo economica ma anche sociale ed identitaria della città”.

 Tante le video-testimonianze, che saranno pubblicate sui social in questi giorni, a dimostrazione dell’adesione diffusa e generalizzata a questa campagna

 L’app ALXTE è a disposizione di tutti i commercianti: la piattaforma è gratuita e permette di effettuare le vendite a distanza con consegne a domicilio

Da settimane la Confcommercio alessandrina ha lanciato sui media la campagna di comunicazione “TIENI IN VITA IL NEGOZIO DI VICINATO”, per incentivare gli acquisti nei negozi della città, anche in vista del periodo natalizio.

Non lasciamo che pochi click sbagliati spengano per sempre le nostre città”, questo lo slogan che accompagna la campagna, con il chiaro invito a scegliere il negozio vicino e conosciuto per i propri acquisti (anche attraverso i loro siti o i loro canali innovativi e tecnologici o attraverso l’app di Confcommercio ALXTE), anziché affidarli alle grandi piattaforme dell’e-commerce, che portano le risorse lontano dal territorio.

“Ora – affermano Vittorio Ferrari e Alice Pedrazzi, presidente e direttore dalla Confcommercio alessandrinaabbiamo bisogno di restare davvero uniti e concentrare gli sforzi. Ora la città ha bisogno dell’aiuto di tutti noi, per salvare il suo tessuto commerciale: che non significa solo economia e occupazione, ma socialità, decoro urbano, illuminazione delle vie e presidio per la sicurezza”.

 La campagna di comunicazione, presente sui giornali, in radio, sui social e presto in tv, richiama ad un acquisto responsabile, concentrato nei negozi di vicinato, anziché disperso verso grandi piattaforme che portano le risorse lontano dal territorio.

Purtroppo – proseguono dal quartier generale della Confcommercio provincialedurante il lockdown primaverile ed anche ora, in queste settimane di nuove chiusure, stiamo vedendo concretamente che cosa significhi una città senza negozi: spenta, buia, triste, con una percezione di sicurezza che cala…in una parola: desolata! Vogliamo assolutamente evitare che questa sia la situazione definitiva, in cui si troveranno le nostre città anche dopo la fine del lockdown. Ma per evitarlo, dobbiamo creare le condizioni per far sì che i nostri negozi, i nostri bar, i nostri ristoranti, possano avere un futuro. E per garantire loro un domani, dobbiamo lavorare sull’oggi. Ecco perché gli acquisti di questo periodo sono così importanti: in un anno già pesantemente segnato dalle chiusure di primavera, i negozi non possono permettersi di “perdere” anche un periodo cruciale come quello natalizio: chiediamo a tutti di concentrare, in questi mesi, il proprio shopping nei negozi di vicinato”.

 LE VIDEO-TESTIMONIANZE

 La Confcommercio alessandrina ha arricchito la campagna di comunicazione con una raccolta di video che ritraggono commercianti, ristoratori, baristi, imprenditori, personaggi di spicco delle città e molti cittadini che invitano tutti ad acquistare nei negozi cittadini, in questo periodo più di sempre.

“Si tratta di un ulteriore modo – spiegano dalla Confcommercio provincialeper coinvolgere tutta l’opinione pubblica e fare appello, ancora una volta, al senso di appartenenza ed all’orgoglio di essere cittadini della nostra città. Sono questi i valori che ci devono guidare in questi momenti difficili, anche nella scelta di un semplice acquisto. I video saranno pubblicati costantemente in questi giorni e più se ne fanno meglio è… chiunque creda nel futuro della propria città, può realizzare il proprio video, chiamando o scrivendo al numero 351.7777268. L’obiettivo, da qui a Natale, è quello di invadere letteralmente tutti i social con questo appello! Insieme possiamo farcela”.

 ALXTE: L’APP PER GLI ACQUISTI A DISTANZA. IN QUESTO MODO LE RISORSE RIMANGONO SUL NOSTRO TERRITORIO IN FAVORE DELLA NOSTRA COMUNITA’

E per avere tutta l’offerta commerciale locale in un unico click, è sufficiente scaricare l’app ALXTE oppure cercare sul web www.alxte.it: sulla piattaforma sono iscritte oltre 250 attività commerciali della provincia di Alessandria di tutte le categorie merceologiche.

I negozi, anche quelli chiusi dal Dpcm, possono effettuare la vendita a distanza con consegna a domicilio: già dal primo lockdown ALXTE, app e portale ideati e realizzati da Confcommercio Alessandria con il contributo della Camera di Commercio e con il patrocinio del Comune di Alessandria ha promosso e reso visibili le attività di vicinato che effettuano consegna a domicilio, asporto o servizi particolari nel periodo di pandemia.

“ALXTE è la risposta locale alla concorrenza delle grandi piattaforme internazionali di e-commerce e rispecchia il mondo variegato del commercio di vicinato: ogni negozio, bar, ristorante e attività di servizi può attivare i canali di comunicazione preferiti dal cliente per la vendita a distanza: telefono, social network, whatsapp, etc.– aggiunge Alice PedrazziRicordiamo che ALXTE è a disposizione gratuitamente dei commercianti del territorio ed è uno strumento smart, veloce e di facile utilizzo per farsi trovare dai clienti e per informare la comunità su tutti i servizi che le attività commerciali possono offrire. Così come è accaduto durante il lockdown primaverile, anche in questo secondo periodo di restrizioni il nostro impegno è massimo per supportare gli imprenditori e i cittadini in un momento, che ci auguriamo finisca il prima possibile, in cui siamo chiamati a convivere con il virus. Online si può comprare ed in modo innovativo anche scegliendo la tradizione dei negozi di vicinato”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *