Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Sergio Vatta: addio ad un maestro di calcio

Tutti quelle persone, tutti quegli appassionati di calcio non possono rimanere indifferenti di fronte alla notizia della scomparsa di Sergio Vatta grande conoscitore del mondo del calcio. A lui si deve la scoperta di numerosi talenti, di numerosi giocatori: l’elenco è lungo e costituito da elementi importanti, arrivati a calcare palcoscenici importanti, competizioni nazionali e non. Lanciò nel mondo del calcio professionistico atleti come Dino Baggio, Benito Carbone, Sandro Cois, Roberto Cravero, Diego Fuser, Gianluigi Lentini, Andrea Mandorlini, Giuseppe Pancaro e Christian Vieri.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Era entrato a far parte dello staff del Torino Calcio nel 1976 rimanendo a collaborare con le formazioni giovanili fino al 1991. Nel suo palmares la vittoria di due campionati Dante Berretti, due Campionati Primavera, sette Coppa Italia Primavera, e quattro affermazioni al Torneo di Viareggio. Alla fine degli anni ottanta allenò, per un breve periodo la prima squadra del Torino, già virtualmente retrocesso ma si tolse la soddisfazione di battere l’Inter dei record di Giovanni Trapattoni.

Nel 1991 entrò in Federcalcio come allenatore e responsabile delle Nazionali Under 16 e Under 17 e diventò, nella stagione 1997/98, Commissario Tecnico della Nazionale Femminile.

Dal 1998 fu assunto dall’ex Presidente della Lazio Sergio Cragnotti con il ruolo di Dirigente del Settore Giovanile e rimase in carica fino al 2001 ottenendo la vittoria del Campionato Primavera nel 2001.

All’Alessandria Calcio ricopri il ruolo di Direttore Generale nella stagione 2004/2005 accettando la proposta dell’allora Presidente, l’imprenditore milanese Francesco Sangiovanni. I grigi furono iscritti al campionato di Eccellenza e Vatta riuscì ad allestire una rosa forte e competitiva che, il 1 maggio 2005, a Valdengo, ottenne la vittoria del campionato concluso con sette punti di vantaggio sulla diretta concorrente, ovvero la Nuova Colligiana.

Vatta era nato a Zara, in Dalmazia, si è spento all’età di ottantadue anni nelle notte tra mercoledì 22 e giovedì 23 luglio.