Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Grigi, le pagelle contro il Gozzano

I Grigi tornano alla vittoria contro il Gozzano. Una vittoria voluta con una grande prova di orgoglio. Non ci si può lamentare della prestazione. O forse si. Perché partite come questa confermano i dubbi che erano venuti a molti dopo lo scorso turno di campionato: 5-6 giocatori ‘anziani’ (Gazzi e Valentini esclusi) volevano mandare via Mister Scazzola? Perché certe prestazioni, proprio, non si potevano vedere da giocatori esperti. Nel calcio, purtroppo, l’ultima parola ce l’hanno proprio i giocatori e la esprimono in campo. Oggi volevano vincere.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Valentini 7: Grandi parate che contano come dei goal. Sempre pronto e reattivo.

Dossena 6: Nel primo tempo fatica a tenere gli avversari. Nel secondo tempo commette qualche errore ma, nel complesso, regge bene anche se, di certo, non è la sua migliore prestazione in maglia grigia.

Cosenza 6,5: Una grande prestazione. Deve sistemare sempre gli errori dei suoi compagni di reparto e ci riesce puntualmente. Vorrebbe segnare lui per riprendersi dalla pessima prestazione dello scorso turno di campionato ma Casarini aveva tirato troppo bene.

Prestia 5: Gravi errori nel corso del primo tempo. Sicuramente dovuti alla sua pessima condizione fisico-atletica. Del resto è stato fuori dal campo per troppo tempo ed ora necessita di qualche settimana per poter giocare con sicurezza.

Eleuteri 6,5: Alla sua prima partita da titolare in maglia grigia dimostra di essere un giovane con molte qualità tecniche. Deve sostituire Cambiaso e, se continua così, lo farà alla grande.

Casarini 7: Sblocca la gara con un goal grazie ad una punizione calciata in modo perfetto. Ma ad essere perfetta non è solamente la punizione ma l’intera gara giocata dal centrocampista.

Castellano s.v.: Troppo pochi i minuti giocati.

Gazzi 6,5: La buona notizia è che è in forma. E lo si capisce dal fatto che i palloni sembrano finire tutti sui suoi piedi. Come al solito quando lui è in campo la squadra a centrocampo non ha rivali.

Suljic 6: Deve subentrare a Gazzi nel momento migliore per l’Alessandria. Come i suoi compagni mette in campo tutto il suo orgoglio.

Di Quinzio 6,5: Sta mettendo minuti nelle gambe. Minuti giocati con grande qualità. Di certo non ha dovuto strafare come nello scorso turno di campionato. Se continua così darà soddisfazioni ai tifosi dell’Orso.

Chiarello 6: Entra con la cattiveria giusta e potrebbe anche segnare il goal del raddoppio. Peccato, però, che il campo non sia dei migliori (per essere gentili nei confronti del Gozzano) e gli faccia perdere aderenza al momento opportuno.

Celia 6,5: Qualche sbavatura ma come al solito si conferma indispensabile sulla fascia sinistra. Se non deve pensare alla difesa, allora, può chiudere gli avversari facendo salire i propri compagni di squadra.

Eusepi 6,5: Passa più tempo a difendere piuttosto che attaccare ma poco importa. Perché era quello che serviva. Ed un giocatore con la maglia grigia deve sempre fare quello che serve.

Arrighini 6,5: Potrebbe sbloccare il risultato ma Crespi gli nega la gioia. Riceve una marea di falli che fanno rifiatare la squadra e concedono punizioni ai Grigi. Come i suoi compagni vuole vincere, e si vede.

Sartore s.v.: Troppo pochi i minuti giocati.

Mister Martini 7: Mette in campo 11 giocatori nel loro ruolo naturale e trasmette la grinta necessaria per vincere la partita con orgoglio, anche superando alcune sbavature. Per ora si gode la sua vittoria. Da domani si vedrà cosa dovrà fare.