Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

I Grigi a Gozzano con Martini per la prima vittoria del 2020

Non si può negare. I Grigi domani devono vincere. Senza se e senza ma. Anche per dimostrare che il cambio di allenatore fosse una scelta inevitabile. Una scelta, però, che non è nata sabato sera ma che era stata ponderata da tempo. Una scelta che, di sicuro, Scazzola si aspettava e, forse, ha voluto velocizzare mettendo in campo una formazione assurda con diversi giocatori fuori ruolo.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

La stessa scelta è stata fatta dalla dirigenza del Gozzano, avversario di domani pomeriggio. Di certo entrambe le squadre vorranno vincere per dimostrare che la scelta dell’esonero del mister era indispensabile. Cosa aspettarci? Una bella partita combattuta.

Sono momenti emotivamente forti anche per me – ha detto Mister Martini nella conferenza pre partita –. Il mio compito è preparare la partita di domani con la mentalità giusta e sapendo che dobbiamo sicuramente cambiare atteggiamento. Quando succedono queste cose ci sono degli scossoni. Noi dobbiamo avere un atteggiamento positivo che cerchi di fare una risposta a noi ed ai nostri giocatori. Sul piano tecnico non mi sono inventato nulla facendo le cose semplici. Dobbiamo avere l’atteggiamento delle prime partite del girone di andata perché penso fortemente che sia quella squadra li. Dobbiamo pensare solo alla partita di domani rimanendo focalizzati su noi stessi. Come si vive sapendo che da giovedì potrebbe esserci un nuovo tecnico? Io penso a oggi e domani cercando di dare il massimo. I ragazzi stanno bene, sarà assente solo Akammadu. Abbiamo una squadra altamente competitiva, fatta di valori sia umani che tecnici e la società sa quello che deve fare”.

I Grigi, allora, dovrebbero scendere in campo con il consueto 3-5-2 con Valentini tra i pali, Dossena, Cosenza e Sciacca in difesa, Eleuteri, Casarini, Gazzi, Di Quinzio e Celia a centrocampo e la coppia Eusepi-Arrighini in attacco. Il dubbio che abbiamo, però, riguarda proprio Eusepi. Potrebbe reggere tutta la partita o solo una parte? In tal caso, meglio farlo partire dall’inzio. Se la risposta fosse negativa, allora, avrebbe spazio Luca Pandolfi che, dopo la pessima prestazione di Sartore, è certo di giocare almeno una parte della gara.

Dopo la partita poi spazio all’ingaggio del nuovo mister (circolano diversi nomi ma nessuno al momento è in pole) e subito dopo spazio al mercato. Due le uscite sicure: Agostinone fuori rosa da inizio stagione ed Akammadu, poco utile per un progetto ambizioso. Ma oltre alle uscite ci sarà un’entrata. Una sola. In attacco. Si tratta di Niccolò Romero. C’è già l’ok del Sudtirol e il giocatore è pronto per firmare. E proprio la firma di Romero era attesa già ieri ma la scelta del nuovo tecnico ha portato il DS a posticipare la firma con l’attaccante piemontese (ma che vive a Genova) a dopo l’ingresso del nuovo allenatore grigio.

foto Alessandria Calcio