Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Grigi, le pagelle contro la Pergolettese

Vedere le statistiche che dicono che il possesso palla era per la maggior parte del tempo dei Grigi non farebbe immaginare che vengano sconfitti da una squadra considerata tra le candidate alla retrocessione diretta. Ormai è crisi. E servono provvedimenti. Ma soprattutto: la colpa di ciò è del Mister o ci sono altri fattori che minano la serenità dei ragazzi?

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Valentini 5: Colpevole. Questa volta anche un portiere esperto come lui ha da guardare e da riflettere sui suoi errori.

Sciacca 6: Ad essere buoni arriva alla sufficienza stiracchiata perché nel primo tempo riesce abbastanza bene a controllare gli avversari. Poi svanisce.

Cleur 3,5: Perché inserirlo al posto di Sciacca? Boh. Troppo insicuro e deludente.

Cosenza 6: Se nel primo tempo è abbastanza sicuro, nel secondo tempo soffre.

Dossena 5,5: Di testa potrebbe essere pericoloso. Il problema è che oggi è in una giornata no.

Celia 8: Presidia la fascia di sinistra e crea tantissime occasioni per i suoi compagni. Lotta tutto il tempo e da lui nasce l’azione che ha portato Casarini in goal. L’unico a provarci fino alla fine.

Sartore 4: Finalmente è nel suo ruolo naturale. Peccato che sembri giocare per gli avversari.

Casarini 7: Segna e rimane in campo fino a che ce la fa. La sua esperienza si nota e gli avversari lo soffrono.

Suljic 6,5: Uno dei più bravi nel nulla totale. Cerca di costruire qualcosa di buono.

Castellano 4,5: Troppo spaventato già dall’inizio. Se uno gioca con timore si vede e fa solo male.

Gazzi s.v.: Troppo pochi i minuti giocati.

Chiarello 5: Dopo la bella prestazione di mercoledì è il nulla.

Pandolfi 6: Troppo pochi i minuti giocati per permettergli di ribaltare la gara, ma almeno rompe le scatole agli avversari sotto porta e tenta di deviare in rete un pallone.

Eusepi 4: Se un attaccante non tira mai in porta non è un attaccante. E non merita di giocare. Mai.

Arrighini 2: Mai visto un atteggiamento così. Gioca? Era in campo o i Grigi erano in 10? Bah.

Mister Scazzola 2: Lungi dal trovare la scusa degli infortuni, se i risultati prima arrivavano ed ora i Grigi stanno sprofondando è colpa del Mister. Scazzola è reo, infatti, di non trasmettere più quella grinta necessaria ai suoi ragazzi. Che giocano a calcio, vanno in vantaggio ma poi vengono rimontati. Questione di testa. E l’unico modo per spronarli allora è cambiare l’allenatore. Scazzola, inoltre, non riesce più a dimostrare di avere il controllo della squadra. Che la Pro Vercelli sia la sua ultima spiaggia prima dell’esonero?