Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Grigi, domani in campo contro la Pergolettese ma ancora con il 3-5-2

Vigilia di campionato per i Grigi di Mister Scazzola che domani pomeriggio affronteranno in trasferta a Crema la Pergolettese. Una squadra di bassa classifica che, però, viene da alcuni risultati positivi.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Prima di parlare della gara di domani, però, Mister Cristiano Scazzola ha voluto parlare del giovane Andrea Cambiaso, senza dubbio il miglior giocatore del girone di andata, che mercoledì sera si è infortunato in modo molto grave chiudendo anzitempo la stagione. “Dispiace molto – ha detto il tecnico – perché è un ragazzo del 2000 che stava facendo un buon campionato. Purtroppo ha avuto un infortunio grave, è stato sfortunato. Però gli siamo tutti vicini. Ritornerà più forte di prima. Aveva grandi caratteristiche, ci dava imprevedibilità. Caratteristiche come le sue non ci sono. È successo quello che è successo e non possiamo piangerci addosso”.

Mercoledì sera, dopo la partita contro la Juventus U23, Ciccio Cosenza aveva detto che la squadra non gioca più senza spensieratezza. Un pensiero condiviso dal tecnico che, però, vuole rimarcare l’unione del gruppo “Siamo un gruppo forte ed unito – continua Scazzola –. Un gruppo che dall’inizio dell’anno ha dimostrato di avere un grande carattere. Abbiamo fatto spesso grandi prestazioni e grandi risultati. Ultimamente abbiamo fatto delle prestazioni buone ma senza buoni risultati”.

Se l’infortunio di Cambiaso toglie un giocatore forte dalla rosa, arrivano buone notizie dall’infermeria. “Da domani – prosegue l’allenatore – Gazzi potrebbe essere in panchina. Abbiamo recuperato Casarini. Non avremo Cambiaso e Prestia. Adesso abbiamo un mini-torneo e dobbiamo fare il più possibile. Abbiamo un pubblico maturo che ci ha sempre stimolato. I ragazzi hanno dimostrato di lottare sempre per la maglia anche se in qualche risultato ci abbiamo messo del nostro”.

Senza Cambiaso, allora, si cambierà qualcosa nel modulo? “Abbiamo avuto poco tempo – conclude Scazzola -. Sicuramente non avremo neanche Gilli che ha avuto un problema che sarà da valutare. Abbiamo dei giocatori che anche domani ci faranno fare una grande prestazione, però, bisogna essere anche cinici per portare a casa il risultato”.

È difficile, a questo punto, ipotizzare una probabile formazione per l’Alessandria ma, dalle parole di Scazzola, sembrerebbe che il tecnico faccia scendere in campo i suoi ragazzi con il tradizionale 3-5-2 con Valentini tra i pali, Dossena, Cosenza e Sciacca in difesa, Cleur, Chiarello, Castellano, Suljic e Celia a centrocampo e la coppia Eusepi-Arrighini in attacco.