Grigi, le pagelle contro la Juventus

I Grigi di Mister Scazzola escono dalla Coppa a testa alta. Un rigore, peraltro molto dubbio, condanna l’Alessandria rimasta in 10 per i classici errori di Kleto Gjura.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Crisanto 8: Potrebbe giocare tranquillamente titolare in campionato senza far notare la differenza tra lui ed un portiere esperto come Valentini. Sempre in anticipo su tutti gli interventi. Si prende un goal ma era su rigore e quindi non influisce nella valutazione della sua prestazione eccellente.

Prestia 6,5: Una buona prestazione per uno dei pochi over in campo. Si prende un giallo che, forse, poteva essergli risparmiato. Ma la direzione della gara era unilaterale.

Gjura 4: Ecco il giocatore che ha condannato l’Alessandria nella scorsa stagione a rimanere per lungo tempo nelle zone basse della classifica. Anche ieri sera ha condannato i suoi compagni a perdere la partita regalando un rigore alla formazione bianconera e facendosi espellere per un doppio giallo. La sua gara è stata un crescendo di errori.

Ponzio 6,5: Dimostra di avere una buona lettura di gioco e sfodera alcune belle giocate.

Dossena 6: Fatica un po’ all’inizio ma poi prende il ritmo e gioca bene.

Gilli 6: Potrebbe, e dovrebbe, sicuramente fare di più perché ne ha le capacità. In ogni caso fa vedere delle belle giocate.

Cleur 6: Non è nel suo ruolo ma non sfigura.

Chiarello 7,5: Appena entra la squadra diventa pericolosissima e per pura sfortuna non riesce a pareggiarla. Chissà cosa sarebbe successo se lui fosse partito titolare?

Castellano 6,5: Spetta a lui guidare il centrocampo e lo fa con estrema sicurezza.

Suljic 6,5: Subentra a Castellano e dimostra, come sempre, di essere molto preciso.

Gerace 7: Dimostra di crescere ad ogni partita ed il mister in sala stampa al termine del match lo elogia. Vedremo fra qualche partita cosa sarà in grado di sfoderare sul campo, se continua così i Grigi avranno delle grandi soddisfazioni dal giovane.

M’Hamsi 7: Parte titolare e dimostra una grande voglia di vittoria. Limita il più possibile la Juventus e non sembra un giocatore che non è quasi mai in campo.

Pandolfi 6,5: Lui è un giocatore che quando accelera non può essere mai fermato. La Juventus, stranamente, ci riesce. Peccato. In ogni caso dimostra di meritarsi il posto da titolare con una buona prestazione.

Akammadu 5: Si conferma, come nelle partite di campionato, un giocatore abbastanza inutile ed egoista. Cerca solo l’azione personale che, come al solito, non gli riesce.

Sartore 6: Incide poco anche se dimostra di provarci fino alla fine. Alcune buone giocate degne di nota.

Arrighini 6,5: Entra e la squadra gioca meglio. Peccato che non sia riuscito ad incidere.