Grigi, le pagelle contro il Como

I Grigi portano a casa solamente un punto contro il Como per colpa di un arbitraggio a dir poco scandaloso. La difesa, però, si conferma blindata.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Valentini 7: Una grande prestazione macchiata da un goal subito senza colpe.

Dossena 6,5: Regge l’impatto con il Como mettendoli seriamente in difficoltà. Con Prestia e Cosenza al fianco diventa roccioso.

Gilli s.v.: Troppo pochi i minuti giocati.

Cosenza 7: Rimprovera Dossena nel secondo tempo prendendolo letteralmente per le orecchie dopo che il giovane difensore avera spintonato un avversario.

Prestia 6,5: Mette in difficoltà il Como con le sue ripartenze. Come i suoi compagni, non ha colpe sul goal subito.

Cambiaso 7: La solita grande prestazione di sostanza. Dalla sua parte non passa nessuno. Tira cross per tutti i suoi compagni e suggerisce molto spesso.

Sciacca s.v.: Troppo pochi i minuti giocati.

Casarini 5: Non convince. Al rientro dall’infortunio denota una condizione non ancora ottimale.

Suljic 6: Un po’ più spento del solito. Con il Como che per poter giocare doveva fare fallo, non riesce a far muovere il gioco come vorrebbe.

Chiarello 6,5: Suggerisce e fa ripartire l’azione. Difende palla ed attacca. Esce tra gli applausi del pubblico.

Gazzi s.v.: Troppo pochi i minuti giocati.

Celia 8: Sblocca il risultato con un gran goal sinistro. Bisogna segnalare che si tratta del primo goal tra i professionisti per il giovane giocatore. Una grande prestazione che, finalmente, è stata coronata da un gran goal che il giovane si meritava da sempre. Meriterebbe il goal nel finale ma Facchin glielo para.

Arrighini 6: Costringe l’Alessandria a giocare in dieci per quasi metà del secondo tempo per un fallo su De Nuzzo. Salterà il prossimo turno. Decisamente troppo pesante la decisione dell’arbitro che andrebbe radiato all’istante per i troppi errori commessi.

Eusepi 6,5: Difende, attacca e guida i suoi compagni. Non segna ma fa tanto lavoro sporco per i suoi compagni. Costringe Cosenza a prendersi un giallo per rimediare ad un suo sbaglio.

Pandolfi 6,5: Entra con la cattiveria agonistica a cui ormai ci ha abituato, si guadagna un rigore ma l’arbitro decide che i Grigi non potevano vincere.

Mister Scazzola 7: Nonostante un’espulsione inesistente riesce a tenere la squadra in modo da portare a casa almeno un punto in classifica.