Scazzola: “Sono un po’ arrabbiato. Dovevamo chiuderla prima”

Mister Cristiano Scazzola continua a frenare l’entusiasmo quando si presenta in sala stampa al termine della quinta vittoria consecutiva dei suoi ragazzi che, anche solo per un giorno, sono primi in classifica.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Abbiamo resistito rischiando poco– ha detto il tecnico dei Grigi in conferenza stampa post partita –. Sono un po’ arrabbiato perché abbiamo fatto un grande primo tempo ma non siamo stati abbastanza cattivi negli ultimi 20 metri. Dovevamo chiuderla prima. Il secondo tempo è stato più equilibrato. Siamo venuti qui sapendo di incontrare una squadra non facile e, quindi siamo contenti. Cleur? In quella posizione il ragazzo ha fatto bene, come aveva fatto bene Castellano nella partita precedente. Anche Chiarello in quella posizione era un po’ sacrificato. Sono contento di come è andata, forse nel primo tempo abbiamo avuto occasioni per chiuderla ma non l’abbiamo fatto. L’avversario, comunque, è stato degno. Eusepi sta dando una grande mano anche se non sta ancora benissimo. Sono contento di tutti. Ci sono ancora margini, soprattutto i giovani. Non dobbiamo ancora guardare la classifica perché oggi non conta niente. Casarini e Gazzi? Penso che in una settimana, massimo dieci giorni, siano utilizzabili. Il campionato è lungo e non abbiamo fretta. Mettere pressione al Monza? No! Ad oggi il Monza ha due squadre forti, forse più dell’Alessandria. A gennaio o febbraio, forse, guarderemo la classifica”.