“We Toghether!” la “staffetta solidale” che abbatte le diversità

Venerdì 20 settembre il campo di Atletica di Alessandria ha fatto da sfondo alla prima edizione del progetto “We Togheter!”, vincitore della seconda edizione del bando “Ri-generazioni Urbane”, finanziato dalla Regione Piemonte.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

La staffetta ha coinvolto ragazzi e ragazze degli Istituti superiori del Comune di Alessandria che sono stati chiamati a formare delle squadre miste in cui venissero affiancati studenti portatori di diverse patologie e disabilità, a ragazzi normodotati. Per uniformare e amalgamare le varie formazioni, alcuni di loro hanno gareggiato usando supporti per la deambulazione (come carrozzine o stampelle), mentre altri sono stati bendati, con la finalità di sensibilizzare i giovani verso l’importanza delle pari opportunità nello sport e non solo.

Un grazie particolare per la ricca e importante giornata che ha voluto dare voce alle diversità, ponendosi come obiettivo quello di abbattere ogni barriera e pregiudizio che aleggia soprattutto tra chi, come noi, è considerato “normale”.

Il progetto è nato dalla menti di Andrea Bruni e Giorgio Roncato che hanno fondato il gruppo “Sport e Pari Opportunità”, riuscendo a mobilitare circa 200 studenti appartenenti agli istituti Migliara, Saluzzo Plana e Ciofs. Gli studenti hanno partecipato non solo come atleti ma anche come pubblico, offrendo il loro supporto da cronometristi oppure prendendosi cura della distribuzione delle bevande. Inoltre, il Cissaca di Alessandria ha fornito i contatti per il coinvolgimento di alcuni sportivi portatori di disabilità che si sono uniti alle squadre. Il risultato è stato un evento unico nel suo genere che ha divertito ed entusiasmato spettatori e partecipanti. Il premio? Una medaglia d’oro a tutti!

Gli assessori Cherima Fteita, Piervittorio Ciccaglioni e Alessio del Sarto, Presidente dell’Associazione Cultura e Sviluppo, hanno presenziato alla premiazione dei partecipanti attivi alla gara e hanno espresso i loro complimenti per l’organizzazione dell’evento. Un importante contributo è stato fornito dagli sponsor della staffetta, l’associazione A.I.S.M. sezione di Alessandria, l’ortopedia Raffaelli, l’associazione Fulvio Minetti e il negozio di tessuti Cereda e Panizzi, i quali hanno contribuito fornendo materiale e supporti deambulatori quali carrozzine e stampelle. Un grazie speciale va anche a Emanuele Rachiele, uno studente del Migliara con il sogno di diventare reporter: sulla sua carrozzina ha fotografato i momenti migliori della giornata, dando il suo contributo per far conoscere (e crescere) sempre di più questo progetto.

Ora non resta che aspettare la prossima edizione della staffetta che si terrà nel 2020, coinvolgendo
un numero maggiore di studenti, atleti e sponsor.