Scazzola: “Dovevamo chiuderla prima. Ora pensiamo alla Giana”

Nonostante il rimpianto di non aver chiuso prima la partita, Mister Scazzola è comunque soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi che hanno vinto in una partita difficile nonostante le pesanti assenze di Gazzi e Casarini.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Non era una partita facile – ha detto Mister Scazzola in sala stampa al termine della partita –, era la seconda trasferta consecutiva. Sono venuti a mancare due centrocampisti di ruolo e ci siamo dovuti adattare. Siamo partiti con Chiarello e Castellano che non sono mezz’ale di ruolo ma l’abbiamo interpretata bene. Hanno giocato tanti giovani e ne sono entrati altri. Abbiamo un’ottima classifica ma la guardiamo poco. Dobbiamo pensare a vivere partita per partita. Noi dobbiamo pensare sempre a noi stessi sapendo che gli avversari sono sempre diversi. Anche quando prepariamo la partita in un modo e siamo costretti a cambiare. L’unica pecca è che nelle situazioni che abbiamo avuto non abbiamo chiuso la partita perché abbiamo incontrato un’ottima squadra. Si è dimostrata come tutte le partite di Serie C perché non esistono partite facili e partite impossibili. Non dobbiamo guardare il nome della squadra ma dobbiamo guardare il momento. E la Pianese, al momento, sta facendo bene. Noi abbiamo sofferto un po’ come brillantezza e siamo stati più macchinosi. Era importante vincere e ci siamo riusciti. Ora pensiamo alla partita di giovedì con la Giana”.

foto Alessandria Calcio