Grigi, le pagelle contro la Pianese

L’Alessandria torna da Grosseto con altri tre punti in classifica. I Grigi, quest’oggi decisamente bruttini, soffrono ma rimangono cinici segnando nel primo tempo su calcio di rigore. Nel recupero del secondo tempo c’è stata, forse, l’occasione più eclatante per il secondo goal. Pandolfi, però, sbaglia di pochissimo angolazione e la palla finisce fuori a fil di palo. Ora testa a giovedì sera quando in casa al Moccagatta arriverà la Giana.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Valentini 7: Sicuro nelle uscite e fondamentale più che mai. Una grande prova per il portiere dell’Alessandria che fa notare tutta la sua esperienza.

Dossena 6,5: Continua la crescita del giovane difensore grigio che salva l’Alessandria molte volte nel corso della gara. Deve abbandonare il campo un quarto d’ora prima del fischio finale per crampi.

Gilli s.v.: Troppo pochi i minuti giocati però bisogna segnalare che entra con la fame che si addice ad un vero giocatore grigio.

Cosenza 6,5: Un mastino che morde gli avversari. Non ci potrebbe essere definizione migliore. Una grande prova di sostanza per l’esperto difensore che guida il suo reparto e fa crescere Dossena e Prestia.

Prestia 6: Difende e fa ripartire l’azione. Blocca gli avversari il più possibile in una partita di sofferenza.

Cambiaso 6: Il giovanissimo centrocampista, nonostante la pressione dei toscani, corre su e giù per la fascia macinando chilometri e cercando di far salire la sua squadra il più possibile. Mette molti cross per servire i suoi compagni.

Cleur 6: Entra col la grinta giusta per proteggere il risultato.

Suljic 6,5: Con l’assenza di Gazzi tocca a lui guidare il centrocampo. L’ex Cuneo passa più tempo a difendere che ad attaccare perché quella di oggi non era una partita in cui si poteva giocare un bel calcio.

Castellano 6: Prende il posto di Gazzi, infortunatosi nel riscaldamento, e cerca di non far notare la differenza in campo. Subisce la pressione della Pianese ma riesce, comunque, a non sfigurare con dei buoni interventi.

Sciacca 6,5: Entra al posto di Castellano nel secondo tempo perché il giovane sembrava un po’ più spento rispetto al solito. Mette minuti nelle gambe e si fa vedere in crescita e pronto ad una maglia da titolare.

Celia 6,5: A sinistra non passa nessuno perché lui ha una visione perfetta del gioco. Leggermente più affaticato rispetto al solito, la sua è una prestazione di sostanza.

Chiarello 6,5: Con l’assenza di Casarini torna titolare dal primo minuto e rimane in campo fino alla fine. Dai suoi piedi nascono molte delle azioni e delle ripartenze dei Grigi.

Eusepi 7: Attacca, difende ed aggredisce. Segna il goal del vantaggio su calcio di rigore dopo 12 minuti di gara con estrema freddezza.

Pandolfi s.v.: Troppo pochi i minuti giocati. Va segnalato, però, che è entrato in campo con grande cattiveria agonistica e grinta. Sbaglia di pochissimo un tiro che avrebbe potuto portare i Grigi sul 2-0 a 40 secondi dalla fine del recupero del secondo tempo.

Arrighini 6: Si guadagna un rigore dopo nemmeno un quarto d’ora che concede ai Grigi di andare in vantaggio. Cerca di attaccare il più possibile ma oggi non è la sua giornata fortunata e non riesce a segnare.

Sartore 6,5: Entra al posto di Arrighini, abbastanza spento se non si considera il rigore che si è procurato, e fa vedere doti da grande giocatore. Segna il goal del 2-0 ma l’arbitro non lo convalida per un fuorigioco.

Mister Scazzola 6,5: Dimostra di aver creato una squadra cinica che sa anche soffrire quando serve. Striglia Pandolfi a 40 secondi dalla fine del recupero del secondo tempo per il goal sbagliato.