Dániel Tőzsér: “Il Moccagatta è uno stadio di basso livello”


Prima dell’allenamento di rifinitura sul campo del Moccagatta l’allenatore del Debrecen Andreas Herczeg ed il capitano della squadra ungherese Dániel Tőzsér hanno parlato alla stampa radunata allo stadio alessandrino.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Con che intenzioni ci presentiamo contro una squadra italiana competitiva? Per noi è una grande opportunità giocare qua contro il Torino – ha detto nella conferenza pre-partita il tecnico del Debrecen Andreas Herczeg -. La nostra è una squadra dove ci sono tanti giovani ma domani dobbiamo fare una buona partita con il risultato più bello possibile. Questa è un’altra opportunità per far vedere come sono bravi i nostri giovani giocatori. Il campionato in Ungheria è iniziato prima, può essere un vantaggio? Noi abbiamo cominciato molto prima, è vero. Ma il Torino ha già giocato tre partite. Mazzarri ha detto che bisognerà sfruttare i tempi morti per poter attaccare? Noi abbiamo una nostra strategia di gioco. Nelle partite cambia spesso la situazione. Difesa a quattro? Vediamo”.

Il capitano degli ungheresi, che in Italia ha giocato anche a Parma e Genova, ha però voluto attaccare duramente lo stadio cittadino ritenuto, a suo avviso, di basso livello. Un’affermazione pesante che va contro il pensiero di quasi tutto il calcio italiano che ritiene il Moccagatta, seppur piccolo, come un gioiellino. “È un po’ strano che giochiamo in questo stadio per l’Europa League perché deve essere più bello – ha detto Daniel Tőzsér in sala stampa -. Come qualità è di basso livello. Non è messo benissimo. Noi, comunque, – ha aggiunto con un bel po’ di presunzione – faremo un buon risultato”.