Verso l’Universiade. Via il 2 luglio alle grandi sfide in 18 sport tra atleti di tutto il mondo

La Nazionale Universitaria allenata da Daniele Arrigoni domani sera si ritroverà a Roma per partire poi sabato per Salerno dove raggiungerà il villaggio Universitario e comincerà la sua avventura all’Universiade di Napoli: esordio contro il Messico martedì 2.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

L’Italia ha vinto 2 volte la medaglia d’oro: nel 1997 e nel 2015.

Ma oltre l’attesa per gli azzurrini, c’è anche attesa per un evento che, dopo l’Olimpiade, è la manifestazione sportiva multidisciplinare più seguita per importanza e numero di partecipanti.

L’Universiade è riservata agli atleti studenti universitari di tutto il mondo. Si comincia il 2 luglio, cerimonia di chiusura il 14 luglio. Diciotto le discipline: atletica, calcio, ginnastica artistica, ginnastica ritmica, judo, nuoto, pallacanestro, pallavolo, pallanuoto, rugby a sette, scherma, taekwondo, tennistavolo, tennis, tiro a segno-tiro a volo, tiro con l’arco, tuffi, vela, per un totale di 222 cerimonie di premiazione.

Una bella occasione per Napoli, la Campania e l’Italia, visto che l’evento sarà trasmesso da più di cento Paesi. Ottomila gli atleti che vi parteciperanno, provenienti da 170 nazioni.

Le Universiadi sono particolarmente care all’Italia: la prima della storia, infatti, fu organizzata a Torino nel 1959 e ideata dal dirigente Primo Nebiolo. In Italia le Universiadi, tra edizioni estive e invernali, sono state organizzate 10 volte: Napoli è quindi l’undicesima e sarà qui che si svolgerà la cerimonia d’apertura prevista per mercoledì 3.