Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Milena Bertolini: la sua carriera da calciatore

A meno di una settimana dall’inizio del Mondiale di Calcio Femminile, andiamo a conoscere Milena Bertolini attuale C.T. della Nazionale Italiana: ecco un riassunto della sua carriera calcistica

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Milena Bertolini è nata a Correggio il 24 giugno 1966 ed è l’attuale CT della nazionale femminile italiana.

Assieme a Carolina Morace possiede il titolo per allenare una eventuale squadra di Serie A maschile. Nel corso della sua carriera, da giocatrice, ricopriva il ruolo di difensore centrale ed ha giocato in diverse squadre: Prato, Woman Sassari, Bologna, Agliana, Monza, Modena, Pisa e Foroni.

Milena Bertolini ha iniziato, da giovanissima, a calcare i campi di calcio con la Correggese, giocando in formazioni miste nel campionato del Centro Sportivo Italiano (CSI) fino ai diciotto anni.

Dal 1984 si trasferi nella società A.C.F. Reggiana, squadra con cui disputò la Serie B dalla stagione entrante. Sempre con la maglia della Reggiana, nel campionato 1985-1986, nel girone A di Serie B, è giunta alla prima posizione in classifica con 38 punti, ottenendo la promozione in Serie A.

Nell’estate 1990 decise di accordarsi con il Prato neopromosso in Serie A: con le toscane rimase una sola stagione per tornare, a fine campionato, a Reggio nell’Emilia.

Il suo ritorno alla Reggiana coincise, nella stagione 1990-1991, con la conquista della prima posizione in classifica.

Durante il successivo calciomercato estivo sottoscrisse un accordo con la Woman Sassari, detentrice della Coppa Italia, classificatasi al quarto posto in classifica.

Successivamente si accasò al neopromosso Bologna disputando una sola stagione 1992-1993 riuscendo a raggiungere il 9º posto in classifica e la salvezza con buon anticipo sulla fine del campionato.

Nuovo calciomercato estivo e nuovo cambio di casacca per la giocatrice che firmò un contratto con l’Agliana l’anno prima retrocessa in B ma riammessa in Serie A per la stagione entrante. Quel campionato rilanciò la squadra del presidente Francesco Marrassini che ottenne un cambio di competitività raggiungendo il 3º posto.

Nell’estate 1994 si trasferi alla FiammaMonza allenata da Fabrizio Levati, rimanendo per due stagioni: la prima conclusa al 4° posto in classifica e la seconda in 7ª piazza, congedandosi, al termine del campionato 1995-1996, con 46 presenze e una rete siglata in Serie A.

Passata al Modena prima dell’inizio della stagione 1996-1997, Bertolini conquistò nei due campionati successivi due Scudetti e l’edizione 1997 della Supercoppa italiana grazie al successo per 4-1 sull’Agliana. Nel primo campionato in maglia gialloblu si aggiudicò la prima posizione con 18 punti di scarto, mentre quello successivo il Cascine Vica ottenne il titolo nella partita spareggio del 7 giugno 1998.

Durante il calciomercato estivo 1998 formalizzò il passaggio al Pisa per la stagione 1998-1999, vestendo la casacca nerazzurra per quell’unico campionato, scendendo in campo in 19 occasioni, contribuendo a una conseguente agevole salvezza.

Le due successive stagioni sono le ultime giocate da Milena Bertolini: trasferitasi al neopromosso Foroni cge concluse al settimo posto la Serie A, 1999-2000. In maglia biancoverde conclude il campionato con 46 presenze e una rete siglata, decidendo nell’estate 2001 di appendere definitivamente gli scarpini da giocatrice al chiodo ma, rimanendo alla Foroni, passando allo staff tecnico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *