Gatto: “A questa squadra è mancata un po’ di esperienza”

Emanuele GattoOspite della trasmissione L’Orso in diretta di questa sera è intervenuto il centrocampista dei Grigi Emanuele Gatto.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Martedì si potrebbe riscrivere la classifica per nuovi ricorsi. “Noi, sinceramente, pensiamo solo alla nostra partita – ha detto Gatto dalle frequenze di RVS – perché pensare alle vicende extracalcistiche sarebbe un grosso errore e quindi siamo concentrati sulla nostra partita. Noi abbiamo questa partita che è diventata fondamentale. Purtroppo non dipende solo da noi ma la vogliamo vincere e vedremo cosa succederà”.

Il ritorno in campo dopo l’infortunio è stato bello – continua il giocatore –. Poi c’è stata anche la vittoria e quindi meglio di così non si poteva. Ogni volta che si è fuori è sempre brutto e ti manca giocare”.

Si è sentita la mancanza di Gatto in campo in queste settimane di assenza. “Diciamo che ci è mancata un po’ di esperienza essendo una squadra giovane – prosegue il centrocampista –. Purtroppo abbiamo subito tanti infortuni quest’anno tra cui Maltese. Per questa partita ci siamo quasi tutti tranne Prestia e Chiarello e quindi cerchiamo di dare tutto per questa partita e cercare di guadagnarci almeno una partita in più. Io sono a disposizione, qualsiasi siano le scelte del Mister. Che siano 10, 15, 20, 40 o 60 minuti. Un tempo riesco a giocarlo”.

Sulle voci di un possibile ingaggio da parte della Carrarese Gatto è stato categorico. “Io non ne so nulla quindi mi sento di poter smentire. Che io sappia non ci sono state trattative. Assolutamente”.

Per i Grigi sarebbe meglio affrontare la Carrarese, l’Arezzo o la Pro Vercelli ai playoff? “Penso – continua Gatto – che queste squadre non vorrebbero incontrarci perché potremmo dare fastidio a chiunque”.

Sabato a Pontedera la squadra è andata sotto di un goal ma poi ha cambiato modo di fare. “Il Mister sabato nell’intervallo si è fatto sentire – rivela il giocatore –. Ogni tanto alzare la voce penso che non possa che giovare. Penso che si sia visto il cambio di mentalità tra il primo ed il secondo tempo”.

Gatto questa stagione è stato il vicecapitano dei Grigi. “Per me è un onore indossare la fascia da Capitano quando non c’è Ale (Gazzi n.d.r.) – continua –. Però penso che si debba anche dimostrare sul campo che uno se l’è meritata. Bisogna essere dei trascinatori e motivatori”.

Infine ha parlato delle condizioni del gruppo in vista della partita conclusiva del campionato con un appello ai tifosi. “Il morale del gruppo è alto – conclude –. Siamo molto concentrati e sappiamo che comunque se vogliamo che succeda qualcosa deve partire da noi. Poi, purtroppo, non siamo solo noi padroni del nostro destino ma sappiamo che dobbiamo solo vincere. I nostri tifosi sono importanti e ci danno la carica che ci serve ad ogni partita. Speriamo di averne un buon numero sabato”.

Add a Comment