Eraldo Pecci racconta il suo calcio

La Taglieria del Pelo, situata in via Wagner ad Alessandria, farà da cornice alla presentazione del libro, nella serata di giovedi 28 marzo, di Eraldo Pecci dal titolo, Edizioni Rizzoli, “Ci piaceva giocare a calcio – Racconti di un calcio che non c’è più”. Nato nel 1055 a San Giovanni  Marignano,  ex calciatore, editorialista, scrittore e commentatore televisivo italiano, centrocampista, di Bologna, squadra con cui debuttò in Serie A nel 1972, con cui vinse la Coppa Italia nel 1974, segnando l’ultimo e decisivo rigore nella finale contro il Palermo e il campionato di serie B nella stagione 1987/1988, Torino, con cui divenne Campione d’Italia nella stagione 1975/76, Fiorentina, Napoli, Bologna e Lanerossi Vicenza: ha realizzato 29 gol nella sua carriera tra A e B.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Pecci racconterà quello che era il suo calcio, quel calcio fatto di sabbia, di polvere, di sassi, quel calcio che ha appassionato molte generazioni di spettatori e di tifosi. Un calcio che fa parte del passato e che, probabilmente, non si rivedrà più.

L’incontro è stato organizzato in collaborazione con il Toro Club Mamma Cairo, il Toro Club Valenza, Valcerrina e Asti e la società Olimpia Solero Quattordio. Porterà i saluti, per conto dell’Amministrazione Comunale di Alessandria, il Vice Sindaco Davide Buzzi Langhi.

A dialogare con l’autore del libro, Eraldo Pecci, sarà Gino Strippoli, collaboratore di Toro Nwes.

 

Lascia un commento