Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Chiarello rimane ottimista nonostante l’infortunio

ChiarelloNonostante il brutto infortunio che lo costringe a terminare con due mesi di anticipo la sua stagione Riccardo Chiarello non si perde d’animo e tramite il sito societario lascia trasparire il suo proverbiale ottimismo.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Un infortunio – racconta Chiarello – ci può stare, ma qui è il caso di dire che sono stato proprio sfortunato. In allenamento, stavamo facendo un’esercitazione ad alta intensità sui possessi palla, 5 contro 5. Ho rubato palla al compagno (in quel momento mio avversario), ma ho avuto un impatto scorretto proprio con la palla e sono caduto, con un movimento brusco e inopportuno che ha prodotto un’apertura innaturale della gamba, con la conseguente lesione all’adduttore: un infortunio da trauma. Peccato, stavo andando a mille

Chiarello è sempre stato il trascinatore della squadra, basta pensare alla sua esultanza contro il Gozzano. “L’ho detto fin dal primo momento in cui sono arrivato ad Alessandria – continua il trequartista -. Per me, vestire il Grigio è un onore e un impegno a lavorare per dare il massimo, per i compagni, la società e i tifosi. Per me vale solo quello e per quello voglio dare tutto me stesso. È il mio carattere”.

Il giocatore, però, è già proiettato al suo ritorno in campo. “Sto seguendo le prime indicazioni che mi stanno fornedo i medici e i fisioterapisti – conclude Chiarello -. La ripresa del lavoro va curata nei minimi dettagli fin da subito. Con scrupolo e positività. So che poteva capitare un episodio sfortunato ma ora, con la testa, sono già avanti, al momento in cui poter tornare a dare il mio contributo, al primo allenamento coi compagni, in campo con loro. La mia testa è già là”.

E tutti noi siamo sicuri che Chiarello tornerà in campo più forte ed affamato di prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *