Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Le pagelle dei Grigi contro la Juventus

29482575-334b-4f6e-9388-20421f823e01
I Grigi al Moccagatta non vincono da troppo tempo. Se Cerri nel mercato non farà qualcosa di incisivo la situazione sarà dura. Di certo i ragazzi in campo oggi erano condizionati da qualcosa. Ma cosa?

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Cucchietti 6,5: Non ha colpe sul goal subito. Compie alcuni miracoli.

Sbampato s.v.: È costretto ad uscire dopo poco per infortunio.

Gjura 6: Cerca di limitare Mavididi e ci riesce.

Prestia 6: Potrebbe fare decisamente di meglio. Interviene puntualmente ma da lui siamo abituati a molto di più.

Fissore 6: Quando chiamato in causa è intervenuto in modo molto deciso.

Panizzi 5,5: Per la prima volta dopo mesi torna in campo e dimostra di essersi ripreso. Un po’ troppo spaventato.

Sartore 5,5: Si perde abbastanza facilmente dopo aver iniziato bene la partita.

Checchin 6: La buona notizia è che ha retto per 70 minuti. Di certo non è ancora nella sua forma fisica migliore.

Delvino 5: Sbaglia troppo. Anche se giovane ha molte potenzialità che oggi non ha espresso.

Gazzi 6,5: Duella a centrocampo e difende. Senza dubbio, insieme ad Agostinone, è il migliore in campo.

Bellazzini 5,5: Ha la colpa di aver regalato il goal alla Juventus.

Gerace s.v.: Entra solo per gli ultimi 5 minuti.

Agostinone 6,5: Nella sua seconda partita in grigio da centrocampista serve in modo eccellente Santini ma l’attaccante sbaglia tutto. Difende quando serve e passa all’attacco appena può.

Santini 5: Mezzo punto in meno per aver insultato pesantemente Daniele Rocco al tiro parato da Del Favero facendosi sentire da tutta la Nord. Santini, però, ha sbagliato l’impossibile.

De Luca 6: Sbaglia due goal di cui uno per un errore tecnico. Contiene gli avversari, corre come nessun altro e meriterebbe di più. Nel momento in cui serviva di più, però, il Mister lo toglie dal campo.

Rocco 6: Del Favero gli para per miracolo il tiro che avrebbe potuto concedere il pareggio ai Grigi.

Mister D’Agostino 4: Ha la testa da un’altra parte. Di sicuro sbaglia tutto quando toglie il miglior attaccante per metterne uno alto la metà nel momento di maggior difficoltà della squadra.

L.S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *