Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Gonzalez manda l’Alessandria in finale, battuta la Reggiana

Pablo Gonzalez, il giocatore più criticato degli ultimi mesi, il giocatore che qualche tifoso, o cosi tale, aveva invitato ad andarsene da Alessandria e a tornare a Novara, grazie alla sua doppietta, ha consentito ai grigi, con la sua doppietta, di battere la Reggiana e di raggiungere il Parma nella finale playoff di sabato pomeriggio alle ore 18.00. Nella gara più importante l’argentino si è nuovamente acceso, è tornato a far vedere a tutti come si è decisivi, nelle gare decisive. La doppietta è arrivata nella gara più attesa, nella gara che a tutti faceva ricordare lo spareggio perso a Milano il 26/06/1975 e che ha condannato l’Alessandria alla retrocessione.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

L’Alessandria è sicuramente cambiata: principalmente nella testa e, di conseguenza, nelle gambe. Il lavoro e la mano di mister Pillon si vede, la squadra è più tranquilla, serena; i giocatori in campo si parlano e parlano con il loro allenatore.

La gara di oggi si è subito incanalata nel giusto binario con il passaggio di Bocalon in profondità per Gonzalez che è giunto solo davanti a Narduzzo e lo ha freddato con un sinistro rasoterra. Con il passare dei minuti è stata la Reggiana a tenere meglio il campo e a creare apprensioni alla difesa grigia anche se Vannucchi è stato inoperoso; l’occasione del pareggio l’ha avuta Cesarini ma la traversa ha detto di no, ed è stata l’occasione più limpida avuta dai ragazzi di Menichini nel primo tempo. Da segnalare il giallo a Bocalon che era diffidato e quindi salterà la finale.

Nella ripresa parte meglio la Reggiana anche se il primo pericolo arriva con Genevier su calcio di punizione. Gioca meglio la Reggiana ma l’Alessandria quando riparte è micidiale: ancora Gonzalez sfrutta al meglio un lancio di Celajk e brucia sullo scatto Spanò, presentandosi solo davanti a Narduzzo e, come nel primo tempo, lo supera di sinistro rasoterra. Non succede nulla per dieci minuti poi un cross di Ghiringhelli, la palla rimane sulla linea dell’area piccola e Giudone è più lesto di tutti a trovare il gol che accorcia le distanze. Ma l’Alessandria tiene bene nel finale, la gamba è buona e i pericoli dalle parti di Vannucchi sono innocui. E’ Mezavilla a poter chiudere la sfida, su servizio di Barlocco ma il brasiliano incespica sul pallone al momento di calciare. La gara termina.

Ora sabato ci sarà l’atto conclusivo della stagione con la finale tra Alessandria e Parma, per chi vincerà ci sarà la promozione in Serie B, per chi perderà una grande delusione.

Alessandria (4-4-2): Vannucchi 6; Celjak 6, Gozzi 6.5, Sosa 6.5, Manfrin 6; Marras 6, Cazzola 6.5, Branca 6, Nicco 6 (92′ Barlocco sv); González 7.5 (90′ Mezavilla sv), Bocalon 6 (63′ Fischnaller 5.5) A disp.:La Gorga, Piana, Piccolo, Nava, Gjura, Iocolano, Rosso, Evacuo.All.:Pillon

Reggiana (4-3-1-2): Narduzzo; Ghiringhelli (85′ Pedrelli sv), Spanò, Trevisan, Panizzi; Bovo (69′ Guidone), Genevier, Carlini; Sbaffo Cesarini E. Marchi (75′ Maltese sv).

A disp.:Perilli, Errera, Contessa, Mecca, Riverola, Lombardo.All.:Menichini

Arbitro: Piscopo di Imperia. (Vecchi di Lamezia Terme e Scatragli di Arezzo).

Marcatori:4′, 66′ González (A), 78′ Guidone (R).

circa 4000 presenti allo stadio, di cui 2500 tifosi granata. Ammoniti: Cesarini al 44′ pt, Bocalon al 45′ pt, Cazzola al 15′ st, Sbaffo al 51′ st. Espulso: Sbaffo a gara conclusa. Recupero: 1′ pt, 5′ st.

4′ – GOL ALESSANDRIA 1-0. Pallone perso dal centrocampo della Reggiana, Gonzalez viene lanciato a rete e a tu per tu con Narduzzo non sbaglia. Vantaggio lampo quello dei grigi

10′ – Marras che chiama Narduzzo all’intervento. Riesce a parare l’estremo difensore granata.

16′ – Ci prova Marchi con il destro, blocca Vannucchi.

17′ – Bocalon va al tiro dalla distanza, palla fuori.

28′ – Tiro a giro di Bocalon dal limite dell’area, palla fuori.

33′ – Ancora Gonzalez pericoloso, il suo tiro termina fuori.

34′ – Cesarini va giù in un contrasto con Celjak all’interno dell’area di rigore piemontese: per l’arbitro si può proseguire.

39′ – Tiro a giro di Cesarini che colpisce la traversa. Una vera perla del numero 7 granata che ha colpito il montante.

7′ – Tiro di Marchi, pallone sul fondo.

11′ – Tiro di Genevier e palla che esce di pochissimo.

13′ – Tentativo dalla distanza di Sbaffo, palla alta sopra la traversa.

19′ – Punizione per la Reggiana dalla trequarti destra. Cross di Genevier per Sbaffo, allontana la difesa dell’Alessandria.

21′ – GOL ALESSANDRIA 2-0. Gonzalez salta Spanò e mette in rete per il raddoppio.

33′ – GOL REGGIANA 2-1. Accorcia le distanze la Reggiana: gol di Guidone. Cross di Ghiringhelli, Vannucchi non trattiene la conclusione del centravanti granata che in un secondo momento mette in rete.

41′ – Colpo di testa di Guidone su cross di Genevier, pallone fuori di un nulla.

45′ + 5′ – Tiro di Marras, blocca Narduzzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *