Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Dai 20.000 di Milano ai 900 di Firenze

1228A Milano eravamo in ventimila, a Firenze, se tutto va bene, saremo 900.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Certo, raggiungere la capitale lombarda era più comodo e più facile, alla portata di tutti, ma, a mio parere, la gara odierna è 100 volte più importante.

La cosa peggiore è che saremo in netta minoranza rispetto al tifo granata e questo, per chi come me 42 anni fa ha vissuto il maledetto spareggio di San Siro, fa veramente male al cuore.

Eppure, si raccoglie quello che si è seminato: la Reggiana è reduce da un mediocre quinto posto, noi dall’ignobile tracollo che tutti abbiamo vissuto con rabbia.

Sarebbe ora che ci si interrogasse seriamente su come ricucire il rapporto tra società e tifosi, tra squadra e curva, tra ragioni del portafoglio e ragioni del cuore.

Probabilmente solo la promozione in serie B potrebbe riportare fiducia tra i supporters dell’Orso Grigio, ma forse ci vorrebbero anche maggiori segnali concreti di rispetto nei riguardi del tifo grigionero: finora ne ho visti veramente pochi.

Detto questo, i presenti saranno grandi come sempre e non saranno inferiori a nessuno come cuore, passione e incitamento: complimenti a chi ancora una volta sacrifica tempo, denaro e coronarie per sostenere l’Orso Grigio.

Contro tutto e contro tutti noi ci saremo!

Per chiudere, due considerazioni sulla vittoria del Parma di ieri sera.

L’anno scorso il Novara, adesso il Parma: sembra che certi verdetti, in Lega Pro, siano scritti in anticipo.

Ieri, poi, si è toccato il fondo con un arbitraggio a senso unico.

I friulani avrebbero strameritato la vittoria, ma al sistema evidentemente la cosa non era gradita.

Comunque, la mia impressione è che, arbitri a parte e toccando debitamente ferro, in finale sarà eventualmente meglio affrontare gli emiliani che mi sono sembrati decisamente bolliti.

I veneti correvano il doppio (sono anche una squadra più giovane) e avevano un gioco molto più organizzato.

La mia impressione, inoltre, è che il Lecce fosse molto più forte di entrambe.

Comunque, partiamo sereni e fiduciosi: non siamo secondi a nessuno.

Forza ragazzi, metteteci il cuore, come faremo noi tifosi.

Hurrà Grigi.

Massimo Taggiasco

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *