I tanti “perché?” di una promozione buttata

img_9191Tra rabbia ed ironia proponiamo ai nostri lettori una serie di “perché?” a cui non sappiamo dare una risposta.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

A voi il compito di fornirci delle spiegazioni oppure di proporre altre inquietanti domande.

Perché Braglia è stato cacciato solo a tre giornate dalla fine del campionato?

Perché ad inizio stagione è stato confermato il D.S. Magalini, dopo quello che aveva combinato nelle due stagioni precedenti?

Perché lo stesso Magalini è stato cacciato quando mancava solo un mese alla scadenza naturale del suo contratto?

Perché Gonzalez da qualche tempo manda in campo un suo sosia, che, in quanto tale, non riesce più a fare la differenza?

Perché quando si sapeva già il risultato della Cremonese, puntualmente, si sbagliava la partita?

Perché Vannucchi, da eroe di Genova, è diventato il protagonista di Paperissima?

Perché giocatori che in autunno corrono, in primavera camminano? Soffrono il cambio di stagione’

Perché a Roma abbiamo fatto due pareggi contro due squadre alla fine retrocesse?

Perché è arrivato Evacuo?

Perché quasi tutti gli acquisti di gennaio sono stati utili solo a scaldare la panca?

Perché lo speaker dello stadio urla come un forsennato anche quando i tifosi sono in silenzio?

Perché non ci sono alessandrini in società?

Perché, quando le cose vanno male, i primi colpevoli sono sempre i tifosi della Curva Nord?

Perché sui tifosi della Curva Nord i DASPO fioccano impietosi, mentre nei campi del sud regna l’impunità assoluta?

Perché i giocatori grigi non sono andati sotto la Curva Nord al termine di Alessandria-Casertana?

Perché Lecce-Alessandria è arbitrata da uno che, dopo Matera-Cosenza, avrebbe dovuto stare per qualche mese davanti alla televisione insieme al suo fido assistente?

Perché tanti ex, svenduti a prezzo di saldo di fine-estate, diventano dei fenomeni lontano dal Moccagatta?

Perché continuiamo a tifare questi maledetti colori?

Massimo Taggiasco

Lascia un commento