Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Difensore caparbio, che non si tira mai indietro

Abbiamo intervistato il difensore dell’A.C.F.Alessandria Rebecca Violino

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

1)Come e quando è nata la tua passione per questo sport?

La mia passione per il calcio è nata nel 2005 quando mi sono accorta che ai centri estivi, giocare a calcio con i maschi mi divertiva tantissimo, e visto che c’era una mia coetanea che faceva il portiere all’A.C.F.Alessandria, nelle esordienti, mi sono convinta a iniziare.

2)Quali sono state le altre squadre prima di indossare la maglia grigia?

Ho iniziato a giocare a 12 anni nell’A.C.F.Alessandria, nei pulcini e ho scalato le categorie, fino alla prima squadra sempre con questa maglia.

3)Prima di giocare a calcio hai praticato qualche altro sport?

Ho fatto danza, nuoto e atletica, da piccolina, per brevi periodi, e invece ho giocato a tennis per parecchi anni.

4)Quale è il tuo pensiero sul calcio femminile?

Penso che sia uno sport in ascesa sociale, che anche se con difficoltà sta iniziando a essere più considerato. Siamo ancora all’inizio del percorso, ma qualcosa migliorerà.

5)Per te cosa significa dare un calcio al pallone?

Ho sempre considerato il calcio come una via di fuga. Per me è uno sfogo e mi sento felice con la palla ai piedi, e nessuno altra cosa potrebbe sostituirlo.

6)In che modo ti prepari alle partite? Hai qualche rito scaramantico?

Non ho verie propri riti scaramantici, però faccio le stesse cose ogni domenica, che mi tranquillizzano, e devo fare quelle, altrimenti non sono in pace.

7)Quale squadra tifi? E perché?

Sono juventina da sempre, sono stata trascinata dai miei cugini, che sono tifosi sfegatati, e mi hanno fatto abbracciare i colori bianco e nero.

8)A quale giocatore ti paragoni? E perché?

Non mi paragono a nessun giocatore, ma ho da sempre idolatrato Alex Del Piero, per la sua motivazione e brillantezza in campo.

9)Fino a questo punto del campionato sei soddisfatta del tuo rendimento?

In realtà non troppo, per il fatto che mi sono lesionata il collaterale mediale del ginocchio sinistro, alla prima partita di campionato, quindi ho perso parecchie partite. Sono sicuramente soddisfatta del lavoro che ho fatto, per recuperare, infatti ho già fatto il mio ritorno in campo contro l’Oristano.

10)Com’è Rebecca fuori dal campo?

Fuori dal campo sono una persona semplice, lavoro, esco con gli amici, mi diverto, affronto i problemi, faccio quello che fanno tutte le ragazze della mia età.

Federica Ghisolfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *