Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

L’invincibile armata

img_0712L’Alessandria, unica tra le squadre professionistiche italiane, non ha mai perso.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Questo, però, non basta: gli ultimi due pareggi in trasferta hanno consentito alla Cremonese di riportarsi ad una sola lunghezza di distacco.

Sappiamo tutti benissimo che, coi tre punti a vittoria, dividere la posta equivale ad una mezza sconfitta.

Bisogna comunque dire che, se il passo falso a Roma sul campo della penultima in classifica era apparso abbastanza preoccupante, a Gorgonzola si è rivista un’ottima Alessandria che avrebbe strameritato di portare a casa la vittoria.

Ci è mancata un po’ di cattiveria in fase conclusiva, senza contare che, quando si va in vantaggio, davanti a Vannucchi non sono ammesse distrazioni.

Forse in troppi ci eravamo illusi che questo campionato sarebbe stato poco più di una formalità, invece dovremo sudarci la promozione fino all’ultima giornata.

Una cosa deve essere, però, chiara: l’ Alessandria non deve avere paura di nessuno.

Sembra che, a questo punto, la corsa sia solo tra noi e i grigio rossi lombardi.

La Cremonese è una buona squadra, è reduce da ben sei vittorie consecutive, ma non potrà certo tenere questo passo e, nelle sei gare che ci separano dalla conclusione del girone di andata, ben 4 dovrà disputarle in trasferta.

Comunque, dobbiamo guardare solo in casa nostra: continuiamo ad essere ottimisti perché siamo sempre noi a guidare il gruppo e, pertanto, sono le avversarie a dover tenere il nostro ritmo. E il nostro organico è il più forte e completo del girone. Mister Braglia saprà sicuramente gestire nel modo migliore le energie fisiche e mentali di un gruppo che, comunque, è forte e unito.

Un’ultima considerazione sulle ultime vicende che hanno suscitato qualche giustificato malumore tra i tifosi, dalla multa ai parterre alla maglia col numero 10 donata a Renzi: discorso chiuso, è ora di concentrarci solo ed esclusivamente su quanto avviene in campo.

L’unico vero marketing sono le vittorie!

I tifosi sono il patrimonio e l’anima di questa Alessandria, tutto il resto è aria fritta.

Insieme, nel reciproco rispetto, con la passione che ci contraddistingue porteremo in alto i nostri colori: noi tifosi ci siamo stati, ci siamo e ci saremo sempre.

Hurrà Grigi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *