Carlo Sacco: non sminuiamo il valore della sesta vittoria!

img_9723In vista del match con la Cremonese incontriamo, come di consueto, Carlo Sacco, figlio del presidentissimo Remo, ormai opinionista “principe” di Hurrà Grigi,.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Troppo forte l’Alessandria o troppo debole il Como?

Sbaglia chi dice che il Como si è presentato al Moccagatta con un atteggiamento remissivo: così si sminuisce il valore della prestazione dei grigi.

L’Alessandria è scesa in campo determinatissima, non ha dato scampo all’avversario: i primi 20 minuti sono stati fantastici.

Comunque, Vannucchi in 90 minuti non ha fatto una parata impegnativa.

Direi che è questa l’impronta dell’allenatore!

Le squadre di Mister Braglia hanno questa caratteristica: in casa non c’è scampo per nessuno.

Ha costruito un bunker inespugnabile: il problema non è l’atteggiamento del Como, ma il fatto che contro questa Alessandria anche molte formazioni di serie B farebbero fatica a reggere il confronto.

Una vittoria contro la Cremonese creerebbe un distacco già pesante…

Otto punti di distacco sarebbero già piuttosto difficili da recuperare, anche se io considero la Cremonese forse, al momento, l’avversario più tosto, ma la qualità della rosa è molto inferiore alla nostra. Non penso, invece, che la Viterbese possa insidiare il nostro cammino.

Per chiudere, una considerazione: non ha segnato Gonzalez.

San Pablo è di un’altra categoria. Dopo che è stato sostituito siamo stati molto meno incisivi, ma il Como non ci ha comunque mai impensieriti.

Di questo passo è chiaro che solo noi possiamo perdere questo campionato.

Lascia un commento