Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

LEGA PRO, GIRONE A: IL COMMENTO DELLA 6ª GIORNATA

Lega Pro

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Una marcia inarrestabile che comincia ad avere le sembianze di una fuga. L’Alessandria incanta sul rettangolo di gioco, allunga in classifica e centra un nuovo record: i grigi, infatti, sono la prima squadra nella storia del Girone A a vincere consecutivamente le prime sei giornate di campionato. Il “piccolo” Como di Fabio Gallo, ancora in mano a un curatore fallimentare, subisce l’onta di un’Alessandria travolgente che domina l’incontro senza troppi grattacapi, facendo emergere l’elevato gap tecnico tra le due squadre. Anche se i momenti difficili durante l’arco della stagione non mancheranno, soprattutto in un torneo “pazzo” come la Lega Pro, i primi segnali sono chiari e inconfutabili: dopo anni passati a suon di “vorrei ma non posso”, la ruota sta cominciando a girare.
Cremonese e Livorno, sulla carta le principali antagoniste dell’Alessandria, tonfano clamorosamente. I grigiorossi inciampano tra le mure amiche nel Derby del Po contro il Piacenza che ostacola la marcia dei padroni di casa dopo quattro vittorie consecutive. Non tutto, però, è da buttare: sicuramente perdere un derby fa sempre male ma, a livello prestazionale, qualche aspetto positivo da cogliere c’è.
Il Livorno, se possibile, fa addirittura peggio della Cremonese perdendo 1-0 ad Olbia. La squadra di Foscarini nelle ultime settimane appare in netto calo: eccezion fatta per qualche risicata vittoria di misura, i toscani faticano a segnare e a produrre calcio. Cinque gol in sei partite sono un bottino decisamente allarmante per una squadra il cui obiettivo è quello di vincere il campionato: c’è bisogno di una decisa inversione di tendenza.
Prima vittoria stagionale per la Robur Siena, che supera a fatica il Prato appoggiandosi alle reti di un super Marotta, già al quarto centro in campionato. Il derby romano tra Racing e Lupa sorride ai ragazzi di Giannicchedda, vecchia conoscenza del nostro calcio, che si impongono 2-0 in casa, mentre la Viterbese continua il proprio momento d’oro demolendo il Renate e portandosi al terzo posto in solitaria. Buon pareggio a Lucca per l’Arezzo: gli amaranto, dopo un primo tempo da incubo, rimontano e rimangono nelle zone nobilissime della classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *