Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Il tris è servito, Alessandria alla quarta consecutiva

Quarta vittoria consecutiva per l’Alessandria e quarta gara senza subire gol: questo il periodo positivo che sta continuando per i grigi che espugnano, meritatamente, il campo di Gorgonzola sconfiggendo il Giana Erminio al termine di un match senza storia. Risultato positivo costruito nella prima frazione quando al 31′ i locali sono rimasti in dieci uomini per l’espulsione di Montesano che commette un fallo di mano in area di rigore e si fa espellere dal direttore di gara, conseguente calcio di rigore realizzato da Bocalon, quattordicesimo gol stagionale, Da qui in poi soltanto qualche minuto di superficialità nella prima frazione per i grigi che non rischiano pericolo dalle parti di Vannucchi. La ripresa è pura accademia per i grigi che arrotondano il punteggio con Sperotto e Iocolano, legittimando la supremazia. Ora sono 23 i punti conquistati dai grigi, nel girone di andata erano 22.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

I padroni di casa si presentano con l’abituale casacca a strisce verticali biancoazzurre e calzoncini bianchi. Gli ospiti rispondono con il completo da trasferta, interamente rosso con banda verticale grigia.

Al 32′ tiro a giro di Iocolano che colpisce la traversa sulla ribattuta, Giana Erminio in dieci uomini per l’espulsione di Montesano reo di aver commesso un fallo di mano. Conseguente calcio di rigore trasformato da Bocalon.

Al 56′  tiro al volo di Biraghi su corner di Augello, palla alta. Al 62′ il raddoppio dell’Alessandria: assist di Vitofrancesco sulla sinistra per Sperotto, rasoterra, il terzino lascia partire un tiro potente che si infila nell’angolino alla destra di Paleari. Al 76′ la terza rete dell’Alessandria: cross dalla destra di Celjak per Iocolano che conclude di destro al volo insaccando alle spalle di Paleari. All’83’ azione personale di Iocolano, che parte palla al piede, giunge al limite dell’area di rigore, prova uno scavetto per superare Paleari, ma la palla si perde oltre la traversa. All’87 occasione per la Giana Erminio: Augello, scatta sul filo del fuorigioco, giunge solo davanti a Vannucchi ma la conclusione è bloccata dal portiere.

GIANA ERMINIO-ALESSANDRIA 0-3 (Bocalon rig. 32′; Sperotto 62′; 76. Iocolano)

GIANA ERMINIO AS: Paleari, Perico, Augello, Marotta, Polenghi, Montesano, Pinto [80. Solerio], Biraghi, Perna [63. Bruno], Cogliati, Rossini [36. Bonalumi]. A disp.: Sanchez, Sosio, Sanzeni, Brambilla, Greselin, Capano, Romanini, Gasbarroni, Remuzzi. All.: Bertarelli Raul (al posto di Albè)

ALESSANDRIA: Vannucchi, Celajk, Sperotto, Vitofrancesco [85.Mezavilla ], Morero, Sosa, Marras, Nicco [68. Loviso], Bocalon [80. Boniperti], Branca, Iocolano. A disp: Nordi, Manfrin, Guerriera, Benech, Cittadino, Iunco, Principe

Morreale (Roma) [Novellino, Vono]

Espulso 32. Montesano [G].
Ammoniti: 20. Cogliati [G], 23. Marras [A], 28. Augello [G], 41. Marotta [G]
Angoli: 2-3 Recuperi: 1. + 3.  Spettatori: 1200
Giornata di sole, terreno in buone condizioni.
Inizio gara ore 17.30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *