Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Lega Pro, Girone A: il commento della 19° giornata

logo_lega_pro_stilizzato1

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Tutto invariato, o quasi. La 19° giornata di Lega Pro, girone A, non altera in maniera lampante la classifica e certifica quello che probabilmente sarà lo scontro al vertice che contraddistinguerà questa seconda parte di stagione e che vede come protagoniste indiscusse Cittadella, Alessandria, Feralpi Salò e Bassano.
I grigi, nonostante i tanti impegni ravvicinati dell’ultimo periodo, non sbagliano. Il Cuneo rende dura la vita ai ragazzi di Gregucci, che archiviano il derby piemontese senza brillare particolarmente. Malgrado un evidente predominio territoriale, condito da altissime percentuali di possesso palla, l’Alessandria fatica a trovare il pertugio adatto per pungere gli avversari, arrivati al Moccagatta con il solo obiettivo di strappare un punto. Non sempre è importante essere belli, alle volte è fondamentale contrassegnarsi per altre caratteristiche come la fame, la solidità e la grinta. Il boom mediatico in cui si ritrova avvolta l’Alessandria non dovrà scalfire l’obiettivo primario della stagione, ovvero la promozione in Serie B. E in questa anomala situazione, Gregucci, in versione “psicologo”, dovrà stare attento a spegnere sul nascere gli infruttuosi entusiasmi, spesso controproducenti.
Seconda vittoria consecutiva per il Cittadella, capolista del girone. Capeggiati da uno splendido Litteri, al Tombolato i granata regolano la Pro Patria. Il Cittadella giostra a proprio piacere il match per 80′, senza mai dare segni di debolezza. Negli ultimi minuti però gli uomini di Venturato si siedono sugli allori, subiscono la rete del 2-1 e rischiano di gettare al vento l’ottima produzione offensiva messa in mostra per lunghi tratti dell’incontro. Venturato non scaglia per terra il proprio cappotto in pieno “stile Allegri”, però appare visibilmente adirato per la gestione approssimativa dell’ultimo spezzone di partita. Vittoria importante con spavento finale: che serva da lezione.
Nel big match del 19° turno, la Feralpi Salò sbanca Bassano. Partita spettacolare quella del Mercante: verticalizzazioni improvvise, rapidi ribaltamenti di fronte e tanta qualità nella manovra. Esempio vivente di un calcio moderno e propositivo, Bassano e Feralpi Salò confermano quanto di buono fatto fino a questo momento: i playoff sono ampiamente alla portata di entrambe.
Chi continua a stupire è il Pordenone. I neroverdi infilano la terza vittoria consecutiva e agganciano il treno playoff.
Tra il 13° e il 14° posto, ultima piazza valevole per i playout, il gap aumenta. I 4 punti che distanziano Pro Piacenza e Lumezzane cominciano, infatti, a rappresentare un importante scoglio da superare per le squadre impantanate nella zona bollente della classifica.
Un plauso finale lo merita indubbiamente l’Alessandria che in virtù degli strepitosi risultati ottenuti in Coppa Italia, sta dando lustro e visibilità al girone A di Lega Pro, confermandone l’alto tasso di competitività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *