Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Senza timori reverenziali!

alessandria1Silvio, sei pronto per la trasferta di Torino?

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Dal punto di vista dell’entusiasmo, prontissimo, dal punto di vista della lucidità, mi sembra di non crederci ancora.

Fa un certo effetto eeh?

Se scorro il tabellone della Coppa Italia e leggo che le quattro semi-finaliste sono Inter, Juve, Milan (cioè le tre squadre più scudettate d’Italia) e, quale       quarta competitor, l’Alessandria mi sembra veramente di vivere un sogno.

La città sta rispondendo alla grande, si parla di quaranta pullman.

E’ la miglior dimostrazione che quando le cose si fanno bene e si ottengono i risultati tutto il resto arriva a rimorchio: è bellissimo, infatti, che non soltanto la città di Alessandria, ma anche tutta la provincia possa aver risposto con simile entusiasmo al successo di una squadra che dell’intera provincia deve essere vanto. Ma ci sono anche altri aspetti significativi.

Quali?

L’arrivo di nuovi giocatori e di nuovi sponsor sull’onda del grande successo dell’Alessandria e, non disdegniamolo, anche il ritorno economico che ciò comporta.

Puoi dirci qualcosa di più?

A parte la recente notizia della Santero Wines quale nuovo sponsor dei grigi, in aggiunta, ovviamente, a quelli precedenti, la vera notizia bomba è l’ingaggio di Simone Iocolano.

Simone Iocolano, neo acaquisto dei grigi.
Simone Iocolano, neo acaquisto dei grigi.

E’ un giocatore importante?

Intanto, si innesta in una campagna di potenziamento della rosa che era già iniziata con l’arrivo di Sperotto, ma soprattutto è la miglior dimostrazione di come l’Alessandria voglia migliorare non soltanto la propria potenza offensiva, ma anche la compattezza e l’equilibrio tra i vari reparti.

Quali sono le caratteristiche del giocatore?

E’ un’ala sinistra che può sia svolgere il compito di esterno in uno schieramento a tre mezze punte (quindi svolgere sostanzialmente i compiti di Fischnaller, ultimamente apparso un po’ in declino) sia fare la seconda punta in un classico 4-4-2.

Potrebbe risentirne Fischnaller?

Considero Fischnaller un ottimo giocatore, ma ritengo che il ruolo che gli è stato imposto quest’anno, molto largo a sinistra e spesso arretrato fino alla linea di metà campo, ne abbia certamente frustrato quella reputazione da super bomber con la quale era arrivato in riva al Tanaro. Sia ben chiaro, questo non significa che Angelo Gregucci abbia commesso degli errori, significa semplicemente che Fischnaller è stato chiamato a compiti che inevitabilmente lo portano a trovarsi ben poche volte sotto porta, cioè a dire nella zona in cui dovrebbe furoreggiare Bocalon. Detto ciò, non penso che Fischnaller o Boniperti (altro ottimo giocatore che possiamo vantare) debbano risentire più di tanto dell’arrivo di Iocolano: avere un compagno di qualità in squadra è lo stimolo a dare il meglio sempre.

Ne sei così sicuro?

Solo chi è fragile teme la concorrenza, chi è forte è incentivato a dare comunque il meglio per dimostrare di essere superiore al compagno e, quando non ci riesce sa accettare di essere una seconda scelta con dignità, perché consapevole dei propri limiti.

Pensiamo al Milan: che Alessandria ti aspetti?

Mi aspetto un’Alessandria che affronti la partita con grinta, a viso aperto e senza paura, con umiltà (elemento indispensabile per ottenere qualsiasi vittoria) e determinazione. L’Alessandria non deve avere timori reverenziali ma deve giocare con il massimo impegno, per onorare i propri tifosi ed una maglia storica che ha saputo risollevarsi da qualsiasi sofferenza.I Grigi sono forse grandi anche per questo, perché nella loro ultracentenaria storia hanno superato qualsiasi tipo di avversità e sono vivi e vegeti più che mai e poi, non dimentichiamo che saranno 11 uomini contro altri 11 uomini come loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *