Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Sorpasso decisivo?

logo_lega_pro_stilizzato1

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Giornata da cerchiare con il pennarello rosso nel girone A di Lega Pro: l’Alessandria inserisce la freccia e sorpassa in classifica il Cittadella. I grigi battono tra le mura amiche il Südtirol e, dopo una lunga rincorsa, conquistano la vetta solitaria.
Momento d’oro per l’Orso Grigio: l’unica pecca della corazzata costruita dal presidente Di Masi sembrava essere la qualità del gioco, ma, al contrario, nell’ultimo periodo i grigi hanno fatto ricredere molti addetti ai lavori mostrando un calcio più efficiente e propositivo, tatuandosi sulla pelle i dettami tattici di mister Gregucci. Se l’Alessandria riuscirà a condurre con autorevolezza e decisione la seconda metà di stagione, le dirette rivali dovranno seriamente preoccuparsi.
Cittadella e Pavia steccano clamorosamente. Al Tombolato i padroni di casa crollano contro la grande sorpresa di questa prima parte di campionato: la Feralpisalò. Il Cittadella domina l’incontro, ma rende vana la grande produzione offensiva messa in mostra fallendo tantissime occasioni da rete. Sconfitta pesante che però non scalfisce le certezze di una squadra che, visto l’ottimo organico di cui dispone Venturato, potrà tranquillamente lottare fino all’ultima giornata per il primo posto, momentaneamente perso ai danni dell’Alessandria. La Feralpisalò dal canto suo continua stupire: il sogno playoff continua.
Come detto in precedenza, a deludere profondamente è il Pavia. Sfortunati negli episodi e poco concreti sotto porta, gli azzurri escono dal match contro il Lumezzane sconfitti e amareggiati. A fare le spese del delicato momento in casa Pavia è Marcolini: esonerato alla quarta sconfitta stagionale. Il Lumezzane, spietato e aggressivo, espugna un campo difficilissimo e si avvicina al tredicesimo posto, sinonimo di salvezza.
Reggiana e Bassano superano rispettivamente Albinoleffe e Renate, invischiate nelle sabbie mobili della classifica, e rimangono agganciate al treno playoff.
In casa Padova la cura Pillon funziona: seconda vittoria consecutiva per i biancoscudati che grazie a una solida prestazione si impongono a Gorgonzola contro la Giana Erminio.
Da sottolineare la grande prova della Pro Patria che ottiene finalmente il primo successo stagionale e si avvicina leggermente al gruppone impantanato in zona playout.
Il girone A dopo quindici turni ci pone davanti a un quesito interessante: dopo aver raggiunto la vetta, riuscirà l’Alessandria a imporre il proprio ritmo al campionato e a tentare la fuga?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *