Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Delirio al Camp Nou: Roma umiliata dal Barça

img1024-700_dettaglio2_Messi-Suarez-Neymar-Barcellona-reuters

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

La storia della Roma si arricchisce di un’altra pagina negativa: dopo l’umiliante 7-1 subito contro il Manchester United nel lontano 2007 e la clamorosa debacle casalinga dello scorso anno contro il Bayern Monaco, i giallorossi incappano in un’altra batosta di dimensioni mastodontiche. Al Camp Nou i padroni di casa del Barcellona sovrastano la Roma, rifilandole ben sei reti. Lezione di calcio per i giallorossi: Messi, Suarez e Neymar mettono in ginocchio i capitolini, irriconoscibili e arrendevoli per tutti i 90′.
Gli uomini di Garcia approcciano goffamente il match: schiacciata nella propria metà campo, la Roma rimane succube del palleggio ipnotico del Barça, sempre pronto a verticalizzare improvvisamente e a tagliare fuori, con estrema facilità, la guardinga retroguardia giallorossa, male allineata e spesso distratta. Il 6-1 finale è lo specchio di una partita totalmente a senso unico.
Il Camp Nou ieri si è tramutato in una sorta di ring in cui la Roma è rimasta per tutto l’arco del match all’angolino a subire una serie infinita di sonori cazzotti da uno dei Barcellona più forti e completi di tutti i tempi.
La statistica maggiormente allarmante è quella dei gol subiti: 16 in 5 partite in questa edizione di Champions League, numeri davvero raccapriccianti.
Perdere contro i blaugrana non è poi un dramma, ma subire umiliazioni di queste dimensioni lo è. Un salto nel passato per Garcia: lo scorso anno il 7-1 contro il Bayern Monaco lasciò un segno indelebile e che quell’effetto domino possa ripresentarsi dalle parti di Trigoria dopo il match contro il Barça, è plausibile e non può che preoccupare Garcia, che adesso ha tra le mani una patata bollente difficile da gestire, soprattutto in una piazza esigente come Roma.
Nonostante ciò, grazie al pareggio tra Bate Borisov e Bayer Leverkusen, la situazione nel girone E è tutt’altro che compromessa: il 9 dicembre all’Olimpico basterà superare i bielorussi per assicurarsi il pass per gli ottavi di Champions. Unica nota positiva di una serata umiliante e deprimente, come a Manchester nel 2007 e l’anno scorso contro il Bayern. A volte ritornano, purtroppo.

Barcellona (4-3-3): Ter Stegen 7, Dani Alves 7.5, Pique 7.5 (57′ Bartra 6), Vermalen 6.5, Jordi Alba 7, Rakitic 6.5, Busquets 6 (46′ Samper 6), Sergi Roberto 6.5 (64′ Adriano 7), Messi 8, Suarez 8, Neymar 8. All. Luis Enrique 7.5.

Roma (4-4-1-1): Szczesny 6, Maicon 4, Manolas 4, Rudiger 4, Digne 4, Florenzi 4.5 (58′ Vainqueur 5), Keita 4.5, Nainngolan 5 (46′ Iturbe 6), Iago 5, Pjanic 4.5 (75′ Ucan s.v.), Dzeko 5.5. All. Garcia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *