Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

angelo, fai il miracolo!

DSC_7911Continuavamo a chiederci come mai questa squadra, che sulla carta veniva accreditata (meritatamente) di potenzialità enormi, non riuscisse a recitare un ruolo da protagonista in questo campionato. Tutti l’aspettavano, tutti ritenevano che prima o poi la corazzata grigia avrebbe cominciato a sparare le sue bordate e invece nulla. Squadra senza personalità, senza peso in attacco, spaurita in trasferta e timida in casa. Poi, il cambio di panchina. Come sempre accade a pagare è l’allenatore, così Scienza e il suo staff vengono accompagnati all’uscita e Angelo Gregucci fa il suo ritorno in riva al Tanaro, dove lo ricordavamo giovane e biondo e ci è riapparso con qualche ruga e capello scuro e brizzolato. Angelo è tornato e tutti sperano che possa essere lui l’angelo giunto a portarci la Serie B. Di certo, per ora, ha portato un netto cambio di mentalità. Questa sua Alessandria ha più personalità, ha più coraggio, è più determinata, ha più voglia di imporre la propria iniziativa a chiunque e ovunque, anche in casa della prima in classifica. Piano piano la squadra sta risalendo posizioni in classifica ma, soprattutto, sta cominciando a mettere paura a tutti gli avversari, come ci si aspettava fin da quest’estate. Ma non si è ancora contenti. Dopo il pareggio di domenica scorsa a Bassano c’era chi implorava il presidente Di Masi di comprare un bomber, uno sfondatore di reti, uno che sappia cambiare le sorti di una partita o di una intera stagione con le sue prodezze sotto rete. Ma come? A un presidente che quest’estate ha portato ad Alessandria Bocalon e Fischnaller, due “mostri” dell’area di rigore, due giocatori per i quali la doppia cifra rappresenta il minimo sindacale e che, tra l’altro, sempre quest’estate avevano solleticato l’entusiasmo e la fiducia della tifoseria grigia, si rimprovera di aver avuto il braccino corto in fase di mercato? Le due punte grigie hanno tutte le caratteristiche per essere “quel” giocatore. Nessuno aveva dubbi quest’estate, nessuno dei tifosi delle squadre altrui si sognerebbe di rifiutarli alla propria squadra, nessuno può credere che Bocalon e Fischnaller non siano in grado di spostare gli equilibri in questo campionato. E allora, Angelo, facci ‘sto miracolo: mettici questi ragazzi in condizione di dimostrare quanto possono essere letali nell’area di rigore altrui. Se ti riesce pure questo, è fatta!angelo, fai il miracolo!

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *