Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

non c’è pace in lega pro

lega-proNon c’è pace in Lega Pro. Il sub-commissario Bernardino Feliziani, al quale era stato affidato il compito di analizzare bilanci e finanze della Lega Pro, ha informato ieri Figc e Lega Serie A delle proprie dimissioni in dichiarato contrasto con il Commissario Tommaso Miele, il magistrato della Corte dei Conti che dal luglio scorso ha l’incarico di mettere ordine nell’organo della terza categoria fino ad allora presieduto dal ragioniere Mario Macalli. Queste le dichiarazioni con cui Feliziani ha confermato all’Ansa la decisione:

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

“Confermo di aver rassegnato ieri pomeriggio le mie dimissioni da subcomissario della Lega Pro per l’area bilancio dopo aver esaurito i miei compiti con il deposito della mia relazione del 25 settembre 2015 e con la riformulazione del bilancio della Lega al 30 giugno 2014, in dissidio con il commissario per l’approccio e lo svolgimento del mandato che a mio avviso avrebbe dovuto comportare maggiore indipendenza di giudizio”.

Feliziani ha accompagnato le dimissioni con la consegna di un dossier che non solo metterebbe in luce una serie di gravi criticità gestionali attribuibili al regime Macalli, ma anche potenziali distorsioni nella distribuzione di fondi federali riconducibili a Claudio Lotito. Insomma, una vicenda che rischia di coinvolgere FGCI e Lega di Serie A, a riprova di come il calcio sia un organismo sempre più malato che necessita di una radicale opera di pulizia. A forza di scandali, denunce e processi, la credibilità di tutto il sistema è ormai nulla. Seguiremo, con ansia e preoccupazione, gli sviluppi di una vicenda che non pronette nulla di buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *